Sopravvissuta all'assedio di Leningrado, protesta contro la guerra: portata via dalla polizia

Osipova ha partecipato alla manifestazione stringendo tra le mani due grandi cartelli contro il conflitto in Ucraina.

Giovedì 3 Marzo 2022
Un'anziana donna russa è stata portata via dalla polizia per aver manifestato contro la guerra in Ucraina

Sopravvissuta all'assedio di Leningrado,  costretta ad allontanarsi. E' quanto successo a Yelena Osipova, un'anziana donna russa che è stata portata via dalla polizia durante una protesta contro la guerra che si è tenuta mercoledì a San Pietroburgo. Il tutto documentato tramite un video che circola sui social, diventato virale.

 

Leggi anche > La fuga da film di un italiano da Kiev: «Bombe e morti in strada, poliziotti coi kalashnikov». Il racconto choc

 

A comunicarlo è il Guardian. Osipova ha partecipato alla manifestazione stringendo tra le mani due grandi cartelli con scritte contro il conflitto in Ucraina. Come si evince dal video, gli agenti portano via la donna mentre centinaia di dimostranti gridano contro i poliziotti

 

Oltre a quanto mostrato, è giallo sull'età di Osipova, su cui è nato un dibattito. Stando al Guardian, infatti, la donna ha 77 anni ed è quindi nata nel 1945, successivamente all'assedio di Leningrado (8 settembre 1941 al 27 gennaio 1944). Altri siti e, di conseguenza, utenti le danno invece 80 anni. Infine, qualcuno cita una sua presunta esposizione artistica nel 2015, in cui diceva di avere 75 anni.

 

Ultimo aggiornamento: 4 Marzo, 08:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA