Mangia e scappa: la polizia a caccia di una coppia di truffatori che non paga mai il ristorante

Lunedì 16 Novembre 2020 di Nico Riva
Pickpik

La polizia è a caccia di una coppia di truffatori molto particolari. Dei moderni Bonnie e Clyde, come li definisce il The Sun. Utilizzano sempre la stessa tecnica e hanno già messo a segno almeno una dozzina di truffe in meno di un anno. Vanno a mangiare al ristorante o al pub, consumano come una normalissima coppia di clienti, poi quando arriva il momento di pagare fanno finta che la loro carta non sia funzionante e forniscono degli indirizzi e numeri di telefono falsi. In questo modo, consumano senza mai pagare. Il loro gioco, tuttavia, è stato scoperto. 

 

Leggi anche > Stipula assicurazione on-line ma è tutto falso: denunciato 23enne. Come evitare le truffe sul web

 

La polizia britannica del Norfolk e del Suffolk è sulle tracce dei due malfattori, i quali avrebbero adottato la loro messinscena in diverse contee dell'Inghilterra. A denunciare la truffa, senza sapere che fossero solo alcuni di una lunga lista di truffati, sono stati Julie e Stephen Penney, gestori dello Swann Inn a Monks Eleigh, nel Suffolk. Poche settimane fa, durante la festa di Halloween, la coppia criminale avrebbe dovuto pagare un conto di 56 sterline (poco più di 62 euro), per una cena conclusa con alcuni bicchieri di vodka. 

 

«Erano compleatamente a proprio agio, non ci hanno dato alcun segnale di tentennamento», ha dichiarato Julie Penney. «Erano completamente fiduciosi e tranquilli». Non avevano però messo in conto le telecamere di videosorveglianza del locale, le cui immagini ora sono in possesso della polizia. «Stiamo tutti affrontando un momento di difficoltà estrema a causa della pandemia e non è giusto che queste persone se ne approfittino per soddisfare il loro egoismo», denuncia Penney. 

 

I gestori dello Swann Inn hanno inizialmente deciso di pubblicare la loro storia su Facebook, all'interno di un gruppo dedicato a proprietari del settore della ristorazione. La risposta che hanno ricevuto al loro post li ha lasciati di stucco. Almeno una dozzina di ristoratori ha dichiarato di aver assistito alla stessa identica messinscena. Perfino i gestori di un hotel hanno dichiarato che la coppia ha dormito gratis per una notte nella loro struttura, fuggendo prima di saldare il conto. Per la polizia «questo tipo di comportamento è semplicemente inaccettabile», per questo stanno dimostrando enormi sforzi per assicurare i nuovi Bonnie e Clyde alla giustizia. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA