Tragico scontro nella notte: muoiono fratello e sorella

Domenica 28 Novembre 2021

Due morti e due feriti gravi: il tragico bilancio dell'incidente stradale in cui hanno perso la vita fratello e sorella di 25 e 28 anni, avvenuto nella notte sulla provinciale fra Castellana Grotte e Turi in provincia di Bari. Si tratta di due fratelli di Valenzano, Gianluca e Debora Pontrelli. L'incidente è avvenuto intorno alle 3. L'auto a bordo della quale viaggiavano i quattro giovani, una Bmw S1, è finita fuori strada abbattendo il guardrail e ha finito la sua corda contro un albero di ulivo. Le due vittime, che sarebbero morte sul colpo, viaggiavano sul sedile posteriore. 

Morti i due fratelli, feriti gli amici

Nello scontro, che ha visto l'auto ribaltarsi più volte,  sono rimasti feriti anche gli altri due giovani,  che si trovano ricoverati in gravi condizioni nell'ospedale Di Venere di Carbonara e al Miulli di Acquaviva delle Fonti. Si tratta di due giovani baresi di 25 e 24 anni, rimasti feriti: il 24enne era alla guida dell'auto e il 25enne sul sedile passeggero anteriore. Le condizioni di quest'ultimo, in prognosi riservata, sarebbero particolarmente gravi. Il conducente, per cause in corso di accertamento da parte dei carabinieri, avrebbe perso il controllo del mezzo ad una curva finendo fuori strada. L'auto, dopo aver rotto il guard rail, ha sbattuto contro un albero di ulivo e poi si è ribaltata più volte nei campi. Sull'episodio la Procura di Bari, con la pm di turno Angela Maria Morea, ha aperto un fascicolo con l'ipotesi di reato di omicidio stradale. 

 

La dinamica dell'incidente

Il conducente ha perso il controllo del mezzo, che probabilmente viaggiava a velocità sostenuta, a una curva. Sulla ricostruzione dell'incidente sono al lavoro i carabinieri di Turi e Gioia del Colle, coordinati dalla Procura di Bari. Sono intervenuti anche i vigili del fuoco. Sul ragazzo che era alla guida sono in corso anche gli accertamenti tossicologici per capire se guidasse sotto effetto di alcol o droga.

Ultimo aggiornamento: 30 Novembre, 08:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA