Covid 19, altri 42 nuovi casi in Puglia: più contagi a Bari e Foggia. Positivo infermiere a Gallipoli

Giovedì 19 Marzo 2020
Salgono a 478 i casi di Covid 19 registrati in Puglia dall'inizio dell'epidemia. I nuovi casi risultati positivi al virus nella giornata di oggi (19 marzo) sono 42, cosi suddivisi:

18 in Provincia di Bari;
1 in Provincia Bat;
4 in Provincia di Brindisi;
16 in Provincia di Foggia;
1 in Provincia di Lecce;
2 in provincia di Taranto.
 
Dallo schema le province di Lecce e Bat registrano dunque un solo nuovo caso rispetto a ieri. Taranto due, Brindisi 4. Ma la frenata dovrà fare i conti con il picco atteso nei prossimi giorni.
Risultano decedute tre persone, una di 79 anni nella provincia Bat e una nella provincia di Bari e una nel Foggiano. La giornata di oggi ha registrato anche il contagio di un altro medico del policlinico di Bari.

POSITIVO INFERMIERE A GALLIPOLI
Un altro caso di Covid si è registrato oggi nel Salento: si tratta di un infermiere in servizio nel reparto di Medicina. L'uomo era in quarantena da alcuni giorni, dopo che si sepe del contagio della moglie, in servizio nel laboratorio analisi di Copertino. La questione pone naturalmente un problema nel nosocomio gallipolino, tra quelli destinati dal piano regionale a restare Non Covid, ovvero non dedicati a combattere il virus.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, contagiato un medico dell'oncologico a Bari. L'Iss: «Sanitari a rischio». A Copertino 16 positivi e 180 in quarantena



In Puglia la crescita dei contagi sembra dunque procedere per gradi nonostante il picco dei contagi sia atteso tra qualche giorno. Giornata nera, invece, sul fronte decessi, che oggi ha visto il record di quelli italiani, superiori anche a quelli registrati in Cina dall'inizio della pandemia. E in giornata si è avuto un nuovo balzo in avanti del Covid in tutto il Nord Italia.

I DATI IN ITALIA
Dai dati della Protezione Civile emerge che sono 13.938 i malati in Lombardia (1.672 in più di ieri), 4.506 in Emilia Romagna (+591), 3.169 in Veneto (+216), 2.754 in Piemonte (+567), 1.622 nelle Marche (+146), 1.422 in Toscana (+131), 883 In Liguria (+139) 741 nel Lazio (+91), 605 in Campania (+182), 522 in Friuli Venezia Giulia (+106), 491 in Trentino (+55), 421 in provincia di Bolzano (+55), 449 in Puglia (+87), 321 in Sicilia (+54), 366 in Abruzzo (+117), 328 in Umbria (+87), 38 in Molise (+17), 204 in Sardegna (+72), 209 in Valle d'Aosta (+47), 164 in Calabria (+38), 37 in Basilicata (+10). Quanto alle vittime, se ne registrano: 2.168 in Lombardia (+209), 531 in Emilia Romagna, (+73), 115 in Veneto (+21), 175 in Piemonte (+21), 115 nelle Marche (+23), 38 in Toscana (+16), 91 in Liguria (+18), 17 in Campania (+8), 38 Lazio (+6), 36 in Friuli Venezia Giulia (+5), 25 in Puglia (+6), 14 in provincia di Bolzano (+5), 4 in Sicilia (+1), 11 in Abruzzo (+4), 2 in Umbria (+0) 6 in Valle d'Aosta (+3), 12 in Trentino (+5), 3 in Calabria (+2), 2 in Sardegna (+0), 2 in Molise (+1). I tamponi complessivi sono 182.777, dei quali oltre 115mila in Lombardia, Emilia Romagna e Veneto.
  Ultimo aggiornamento: 20 Marzo, 12:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA