Zenzero, i gravi effetti collaterali che pochi conoscono: cosa si rischia mangiandone troppo

Mercoledì 23 Ottobre 2019

Fresco, in polvere o essiccato, lo zenzero è diventato una delle spezie più amate e usate in cucina – e non solo – dagli italiani, che ne apprezzano il sapore pungente e fortemente aromatizzato ma anche i benefici che apporta all’organismo. Lo zenzero, la cui etimologia deriva dal sanscrito e significa “radice cornuta”, ha in effetti una tipica forma irregolare: originario della Cina meridionale, il rizoma vanta innumerevoli proprietà a partire da quella antinfiammatoria, antiossidante o antiulcera, derivanti in gran parte dal gingerolo, il composto oleoso principale dello zenzero. Tuttavia se si esagera, sono altrettanti i rischi che si corrono: scopriamo insieme gli effetti collaterali dello zenzero e i casi in cui è meglio evitarlo.

Leggi anche: >> ANCHE L’ACQUA E LIMONE PUÒ DANNEGGIARE L'ORGANISMO, NON BERLA MAI IN QUESTI CASI

Ultimo aggiornamento: 24 Ottobre, 11:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA