Era ai domiciliari, ma spacciava cocaina

La droga e il denaro finiti sotto sequestro
Era agli arresti domiciliari. Ma nonostante questo spacciava cocaina. Il suo business, però, è andato alle ortiche dopo la perquisizione messa a segno nella sua abitazione del Borgo dai "Falchi" della Squadra Mobile di Taranto. Da alcuni giorni gli agenti in borghese della Polizia avevano notato, un eloquente corteo di tossicodipendenti nei pressi di un palazzo del centro città. Grazie ad un servizio di appostamento hanno individuato la meta di quel traffico nell'appartamento di Luciano Nuccio, tarantino di 24 anni sottoposto agli arresti domiciliari.
Gli agenti a quel punto si sono spacciati per clienti ed hanno bussato alla sua porta.  I poliziotti hanno perquisito l'abitazione e nel corso dell'ispezione hanno scovato  20 dosi di cocaina pronte per essere smerciate, oltre ad un bilancino di precisione ancora sporco di stupefacente e a una confezione di mannite, usata per tagliare la droga.  Sotto chiave, oltre alle dosi, anche 120 euro in banconote di piccolo taglio, ritenute il ricavato dell'illecita attività. Il giovane è stato ovviamente arrestato.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Mercoledì 9 Gennaio 2019 - Ultimo aggiornamento: 12:30