Sanremo 2021, Celentano-Benigni e Jovanotti gli assi nella manica (non ancora calati) di Amadeus

Martedì 9 Febbraio 2021 di Marco Castoro
Amadeus

È un Sanremo senza pubblico e molto attento al protocollo quello in programma all’Ariston dal 2 al 6 marzo. Il teatro è diventato uno studio Tv e si è prossimi a raggiungere quota 1000 tamponi effettuati (960 a oggi come ha svelato il vicedirettore di Rai1, Fasulo). Finora tutti negativi a eccezione di un tecnico che è poche ore fa è risultato positivo ed è già stato messo in quarantena con le persone che ha frequentato subito sottoposte a tamponi, dei quali si conosceranno tra poco gli esiti. Ovviamente in caso di positività c’è la quarantena come prevede il protocollo. Fasulo, che anche quest’anno cura per la Rai il Festival, ha spiegato che è stato modificato il regolamento con un’integrazione al capitolo ritiri. In pratica – facendo i dovuti scongiuri del caso – se un cantante dovesse risultare positivo scatterebbe l’isolamento e quindi l’eliminazione dalla gara. Quarantena da protocollo che scatterebbe anche per i componenti dell’entourage. Così come accade in ogni posto di lavoro o altro.

 

Un Amadeus in palla

 Il conduttore - lanciato verso il record di tamponi (ne ha già fatti 36) - ha sottolineato come non sia facile per lui e per Fiorello trovare un equilibrio tra lo show e il protocollo, ma si farà l’impossibile affinché questo Festival sia davvero unico e segni il primo punto per la rinascita. Amadeus ha spiegato di non aver mai detto che avrebbe lasciato Sanremo, seppure fosse molto arrabbiato per l’assenza del pubblico. Anche Fiorello è apparso meno ansioso delle sue tradizionali vigilie. È carico a pallettoni. «Non vedo l’ora di dire buonasera a un teatro vuoto e senza pubblico. Ma sono sicuro che sarà un Festival memorabile». Tra l’altro l’ironia del team si vede anche dallo spot recitato con la maschera di Renzi.

 

 

 

SANREMO 2021, LO SHOW 

Ci saranno tutte le sere Ibrahimovic e Achille Lauro. Il primo a caccia dell’unico record che ancora non ha, quello degli ascolti televisivi, il secondo super concentrato per una performance che lo vedrà esibirsi in cinque quadri da mozzafiato. «Pazzeschi come la mia follia», ha spiegato il cantante. Per quanto riguarda Celentano con Benigni non c’è ancora nulla di ufficiale. Amadeus continua a corteggiare Loredana Bertè, mentre se «Jovanotti volesse venire a trovare due suoi amici – dice Amadeus – non deve neanche bussare alla porta». Il palco di Sanremo ospiterà diversi artisti, anche per sostenere la causa dell’apertura di teatri e cinema. «Noi anche senza pubblico – ha confessato Amadeus - siamo felici lo stesso se questo nostro sacrificio servirà a fare riaprire prima possibile teatri e cinema». Sul palco di Sanremo ci saranno molte donne (una per serata in conduzione più le ospitate), che daranno vita a momenti particolari, come ad esempio Alessia Bonari, l’infermiera simbolo la cui foto con il volto segnato dalle tante ore di uso della mascherina ha fatto il giro del mondo. Tra le conduttrici confermate Elodie, Matilda De Angelis e Naomi Campbell. Tra gli ospiti Ornella Vanoni, Negramaro e Alessandra Amoroso.

 

IL CONTORNO è solo Rai, visto il protocollo da rispettare. Tra l’altro l’Ariston sarà una specie di zona franca, Covid free, inavvicinabile dall’esterno. Ci saranno i conduttori di Radio 2, Andrea Delogu, Gino Castaldo, Ema Stokholma che intervisteranno a caldo i cantanti. Radio 2 (in radiovisione su RaiPlay) farà l’intera programmazione dedicata al Festival (100 ore di diretta in una settimana, ha spiegato il direttore Paola Marchesini). Dalle 19.45 alle 20.45 ci saranno Gli Autogol.  Confermato alla domenica del 7 marzo l’appuntamento con Domenica In. Dal 27 febbraio si accenderanno le telecamere di Rai1 sul Prima Festival con Giovanni Vernia, Valeria Graci e Giovanna Civitillo, la moglie di Amadeus che come ha precisato il marito «ha già una sua carriera avendo lavorato con Frizzi, Bonolis e recentemente a La Vita in diretta. Non capisco chi si scandalizza per una moglie e non lo fa per l’amante».

 

Dunque, avanti tutta con il Festival dei record di ascolti

Quelli sono sicuri perché la gente sta a casa e come è già accaduto a Capodanno guarda lo show anche senza pubblico. «Saltare il rituale delle canzonette – sottolinea il direttore di Rai1, Coletta – avrebbe significato allargare il senso di disorientamento della gente in questa pandemia». E citando Montale ha sintetizzato così il momento che stiamo vivendo: «La vita confida nel superamento delle difficoltà». E in questo Sanremo di difficoltà ce ne sono non poche.

 

Tuttavia, nonostante i disagi, RaiPubblicità conferma la grande apertura di credito da parte degli inserzionisti, a cominciare da Tim che si conferma per il quinto anno consecutivo sponsor unico del Festival.

Ultimo aggiornamento: 17:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA