Roberto Petrella arrestato: il medico No vax di Teramo ha consigliato cure alternative con funghi a un paziente, poi morto

Il ginecologo ha consigliato al paziente un intruglio a base di funghi e ha sconsigliato il ricovero

Lunedì 24 Gennaio 2022
Roberto Petrella arrestato: il medico No vax di Teramo ha consigliato cure alternative a un paziente, poi morto

Il medico No vax di Teramo Roberto Petrella è stato arrestato. Aveva consigliato cure alternative a un paziente, che poi è morto. La Digos di Catanzaro l'ha messo agli arresti domiciliari con l'accusa di omicidio colposo, in esecuzione di un'ordinanza emessa dal gip su richiesta della Procura catanzarese. Avrebbe suggerito al paziente intrugli a base di funghi, sconsigliandone il ricovero. Non è chiaro se l'uomo (residente in Campania) avesse il Covidma aveva patologie pregresse che hanno portato a un infarto.

Arrestato medico No vax

Il medico, un ginecologo, era già destinatario di un provvedimento non definitivo di radiazione dall'Ordine dei Medici. Il giorno prima del decesso, la moglie del paziente aveva contattato il medico, che aveva sconsigliato di portarlo in ospedale. Nel corso di un'altra indagine ancora in corso, la Procura di Catanzaro ha potuto analizzare le intercettazioni telefoniche che hanno portato il caso alla luce. 

L'ipotesi accusatoria è che il ginecologo non abbia effettuato una corretta diagnosi e non abbia apprestato il necessario trattamento terapeutico su un paziente con gravissime e molteplici patologie pregresse (cardiopatia con acuzie di infarto nel 2007, ipertensione, ipercolerestolemia, diabete, problemi di prostata).

 

L'uomo è deceduto a causa di un infarto del miocardio. Secondo l'accusa Petrella ha sollecitato cure alternative alla medicina «ordinaria», prive di validità scientifica, anche in relazione ad una paziente affetta da Covid-19, dando seguito ai numerosi proclami definiti «antiscientifici» dall'accusa.

Ultimo aggiornamento: 25 Gennaio, 07:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA