Moderna, il booster (metà dose) aumenta anticorpi di 37 volte contro Omicron

Il booster con metà dose aumenta di 37 volte gli anticorpi contro la variante, 83 volte quella con dose intera

Lunedì 20 Dicembre 2021
Omicron, Moderna prepara nuovo vaccino specifico contro la variante: «Via ai trial entro a inizio 2022»

La dose booster del vaccino a mRna Moderna nel dosaggio da 50 æg (microgrammi) attualmente autorizzato ha aumentato i livelli di anticorpi neutralizzanti contro la variante Omicron del virus SarsCoV2 di circa 37 volte rispetto ai livelli pre-boost, e ad una dose di 100 æg ha aumentato i livelli di anticorpi neutralizzanti di circa 83 volte rispetto a livelli pre-boost. Sono i dati preliminari, annunciati oggi dalla compagnia farmaceutica, che includono sieri di 20 riceventi il richiamo a ciascuna delle dosi considerate. La Società ha anche annunciato i dati di sicurezza e tollerabilità dello studio di Fase 2/3 per il booster 100æg.

 

Terza dose, Pfizer e Moderna efficaci contro Omicron. Cosa sappiamo degli altri vaccini

 

Moderna, nuovo vaccino anti-Omicron

 

Un vaccino specifico contro la variante Omicron. È quello che sta studiando Moderna, che ha annunciato il via ai trial clinici entro il 2022. Oggi è arrivata la nota in cui l'azienda farmaceutica spiega che, «data la minaccia a lungo termine dimostrata dalla fuga immunitaria della variante» che continuerà a sviluppare un vaccino ad hoc contro Omicron (mRNA-1273.529), la cui sperimentazione clinica si prevede comincerà all'inizio del 2022.

 

 

 

 

 

Moderna ha comunicato i dati preliminari sui livelli di anticorpi neutralizzanti contro Omicron che vengono conferiti dal booster. Moderna ha anche precisato che «vista la forza» dell'attuale vaccino «mRna-1273 e la velocità con cui» il nuovo mutante «si sta diffondendo, la prima linea di difesa» su cui punta Moderna «contro Omicron sarà una dose booster di mRna-1273».

 

 

Ultimo aggiornamento: 21 Dicembre, 06:40 © RIPRODUZIONE RISERVATA