G20, Biden a Roma da Draghi: «Si sviluppo della difesa Ue». Lungo incontro papa Francesco, poi al Quirinale da Mattarella

G20, Biden arrivato a Roma: oggi incontrerà il Papa, Draghi e Mattarella
G20, Biden arrivato a Roma: oggi incontrerà il Papa, Draghi e Mattarella
11 Minuti di Lettura
Venerdì 29 Ottobre 2021, 08:44 - Ultimo aggiornamento: 30 Ottobre, 10:33

«Stai facendo un lavoro straordinario. Abbiamo bisogno di dimostrare che le democrazie possono funzionare e che possiamo produrre un nuovo modello economico. Tu lo stai facendo!». Il G20 di Mario Draghi, in una Roma blindata e tornata al centro del mondo, prende il via con un Joe Biden (che ha incontrato anche Papa Francesco e il presidente della Repubblica Sergio Mattarella) entusiasta del lavoro portato avanti dall'ex presidente della Bce, traghettato a Palazzo Chigi da una pandemia che, nel marzo 2020, ha messo in ginocchio il Paese. 

G20, i No vax: «Noi a Milano». A Roma scatta l'allarme anarchici e black bloc

G20 a Roma, centri sociali e black bloc: rischio infiltrati ai cortei

Biden a Roma incontra Draghi, papa Francesco e Mattarella

Forte di una campagna vaccinale che avanza con decisione, di un'accelerazione sul green pass senza eguali in Europa e di un'Italia che finalmente è tornata a crescere, Draghi si affaccia al G20 supportato dall'asse con gli Usa. Joe e Jill Biden arrivano in ritardo a Palazzo Chigi e con un incidente di percorso: giungono prima della folta delegazione americana. Attendono in auto l'arrivo della "coda" presidenziale, che corre lungo una via del Corso blindata. Ad attenderli all'ingresso del portone principale del Palazzo che dal 1961 ospita la sede del governo, Draghi e la consorte Serena, di solito restia a prendere parte ai summit internazionali ma stavolta, per il G20 di Roma, in prima linea. Le due first ladies - l'italiana in un elegante tailleur color porpora, Jill con un completo nero damascato - si intrattengono davanti a un tè mentre inizia il bilaterale tra i due presidenti che durerà oltre un'ora. Draghi ringrazia Biden per il sostegno alla presidenza italiana del G20 e per l'impegno sul clima. Perché tra le sfide più grandi che attendono il summit di Roma c'è proprio questa, la transizione climatica, con Cina e India irrimediabilmente distanti persino sulla data del 2050 per centrare l'obiettivo emissioni zero. E poco dopo Biden, con un corteo presidenziale di gran lunga più modesto rispetto a quello statunitense, arriva a Palazzo Chigi proprio il premier indiano Narendra Modi.

 

Il presidente Usa

I riflettori sono tutti su Biden, ma in realtà l'India rappresenta un tassello fondamentale di questo G20. Draghi lo sa bene, perché nei suoi interventi è solito rimarcare come, per salvare il Paese, non sia sufficiente l'impegno dell'Europa: il pianeta si salva insieme. Cina e India devono fare la loro parte, ma convincerle suona come una mission impossible. Che in questo G20 si tenterà comunque di portare a casa accorciando quanto meno le distanze. A spingere nella stessa direzione - salvare il pianeta - è un alleato che non fa parte del G20 ma che gioca un ruolo decisivo: Papa Bergoglio, il pontefice più ambientalista che la Storia ricordi, e che oggi con Biden di crisi climatica ha parlato a lungo. Con Draghi, il presidente statunitense assume «l'impegno per decarbonizzare in modo rapido il modo in cui produciamo elettricità». Ma di carne sul fuoco, in un'ora e un quarto di confronto, il premier italiano e il presidente statunitense ne mettono molta. La sintonia appare totale, come già era emerso con forza e chiarezza nel G7 di Carbis Bay. I due si confrontano sulla crisi afghana, Biden ringrazia l'ex numero uno della Bce per tutto quello che l'Italia ha fatto per «sostenere il popolo afghano, anche convocando una sessione straordinaria del G20 per affrontare gli sforzi contro il terrorismo e per gli aiuti umanitari», si legge nella nota diramata dalla Casa Bianca dopo l'incontro. Una nota dove viene spiegato come i due leader abbiano «discusso le sfide alla sicurezza nella regione del Mediterraneo e riaffermato l'importanza degli sforzi della Nato per fare da deterrente e difendersi contro le minacce da ogni direzione strategica».

La Difesa Ue

Non solo. Draghi incassa il sostegno di Biden su un altro tema che gli sta particolarmente a cuore, quello della difesa europea. Centrale anche in chiave di sicurezza atlantica, in un «rapporto di complementarità». Nel bilaterale non poteva poi mancare il 'piatto fortè della lotta alla pandemia, altro grande e indiscusso protagonista del summit di Roma domani in scena al quartiere Eur. L'obiettivo da centrare è già su carta, figura nel documento della plenaria che ha visto insieme, alla vigilia del G20, i ministri delle Finanze e della Salute dei Grandi del pianeta e punta ad «almeno il 40% della popolazione in tutti i Paesi entro fine 2021, e il 70% entro metà 2022». Forti dell'insegnamento che il Covid ha lasciato alle sue spalle: il coordinamento internazionale come pedina fondamentale per fronteggiare emergenze e pandemie. Il pianeta si salva insieme, anche dalle minacce di virus e crisi sanitarie. La sfida, non da poco, è marciare uniti.

Video

La diretta della giornata

19.58: Joe Biden è rientrato a Villa Taverna, residenza dell'ambasciatore americano a Roma. Il corteo presidenziale è arrivato alle 19.28, dopo gli incontri che il leader della Casa Bianca ha avuto con Papa Francesco, con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, con il premier Mario Draghi e con il presidente francese Emmanuel Macron. Domani mattina è previsto l'inizio del G20.

Ore 19.38: Si è concluso l'incontro a Villa Bonaparte, sede dell'ambasciata francese presso la Santa Sede, tra il presidente americano Joe Biden ed il presidente Emmanuel Macron. I due leader hanno dapprima avuto un faccia a faccia, poi l'incontro è stato allargato alle delegazioni.

Ore 18.11: «Stai facendo un lavoro straordinario qui! Abbiamo bisogno di mostrare che le democrazie possono funzionare e che possiamo produrre un nuovo modello economico. Tu lo stai facendo». Lo ha detto il presidente americano Joe Biden al premier italiano Mario Draghi, a quanto riferiscono fonti italiane.

Ore 17.45: Il presidente francese Emmanuel Macron riceve Joe Biden a Villa Bonaparte a Roma, sede dell'Ambasciata di Francia presso la Santa Sede, per il primo incontro tra i due leader dopo la crisi dei sottomarini. I due presidenti si sono salutati con sorrisi e una calorosa stretta di mano.

Video

Ore 17.30:  È terminato dopo poco più di un'ora l'incontro tra Mario Draghi e Joe Biden a Palazzo Chigi. Il presidente americano ha lasciato la sede del governo italiano, accompagnato all'ingresso dal presidente del Consiglio. Biden ha ora in agenda un bilaterale con Emmanuel Macron, Draghi riceverà a breve il primo ministro indiano Narendra Modi.

17.07: Con un abbraccio Serena Draghi e Jill Biden si sono salutate all'uscita da Palazzo Chigi, dopo il loro incontro. La first lady americana ha lasciato la sede della presidenza del Consiglio dopo poco meno di un'ora, mentre è ancora in corso il colloquio tra i due leader. Le signore Draghi e Biden indossavano entrambe un tailleur con gonna, color porpora per la moglie del premier italiano e nero maculato per Jill Biden. All'ingresso nella sede della presidenza del Consiglio le first lady hanno posato con i mariti davanti ai fotografi, la coppia statunitense tenendosi per mano.

Ore 16.58: Il presidente americano Joe Biden ha ribadito al presidente Sergio Mattarella come l'America sia «tornata» e che oggi, accanto all'Alleanza atlantica, perno fondamentale della politica Usa, ci siano per Washington i rapporti con la Ue. Mattarella, si è appreso, lo ha ringraziato per questa sua particolare sensibilità.

Video

Ore 16.12Il presidente americano Joe Biden è arrivato a Palazzo Chigi per un colloquio bilaterale con il premier Mario Draghi a margine del G20. I due leader sono accompagnati dalle first lady, Jill Biden e Serena Draghi, che hanno in programma un incontro per un tè. Il picchetto d'onore dei Lancieri di Montebello, nel cortile del palazzo del governo, accoglierà gli ospiti con gli inni nazionali. Al termine dell'incontro non sono previste dichiarazioni alla stampa.

 

Ore 15.41: Primo caso di un positivo isolato al G20. Secondo quanto si apprende dall'assessorato alla sanità della Regione Lazio si tratta di una operatrice dell'informazione. Il contagio è stato tracciato grazie agli screening di accesso presso il media center.

Ore 15.17: Il presidente americano, Joe Biden, è arrivato al Quirinale per l'incontro con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Il capo dello Stato lo ha ricevuto all'interno del palazzo e i due leader si sono salutati con una stretta di mano. Entrambi indossavano la mascherina.

 

Ore 14.57: Il presidente Usa Joe Biden è arrivato al Quirinale per incontrare il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Ore 14.51: Tra il presidente Usa Joe Biden e Papa Francesco c'è un «vero feeling». Lo riferisce la Casa Bianca dopo l'incontro di un'ora e 15 al Vaticano. L'atmosfera nella stanza dell'incontro, ha riferito una fonte ufficiale alla Cnn, era molto «calorosa». Tra Bergoglio e Biden ci sono state «delle risate», ha proseguito la fonte.

Video

Ore 14.49: Il Presidente degli Stati Uniti Joe Biden è partito dal Cortile di San Damaso e ha dunque lasciato il Vaticano, dopo l'incontro con Papa Francesco e la Segreteria di Stato vaticana.

Ore 14.18: Joe Biden incontrerà domani, a margine del G20 di Roma, il premier britannico Boris Johnson, il presidente francese Emmanuel Macron e la cancelliera tedesca Angela Merkel per discutere la ripresa dei negoziati per il ritorno all'accordo sul nucleare iraniano. Lo rende noto la Casa Bianca.

Ore 14.17: Al momento dello scambio dei doni, Bergoglio ha donato a Biden «Il Pellegrino», dipinto su ceramica; i volumi dei documenti pontifici (Il Messaggio per la Pace di quest'anno, firmato dal Santo Padre, Il Documento sulla Fratellanza Umana; il volume sulla Statio Orbis del 27 marzo 2020, edito da Lev). Il presidente americano ha donato al Papa una casula tessuta a mano del 1930.

 

Ore 14.14: La First Lady americana Jill Biden ha lasciato il Vaticano, ripartendo dal cortile di San Damaso, dove era arrivata la coppia presidenziale. Il Presidente Joe Biden sta incontrando in questi minuti, dopo il lungo colloquio con il Papa, la Segreteria di Stato vaticana.

Ore 14.06: È stato un incontro molto lungo quello tra Papa Francesco e il Presidente degli Stati Uniti Joe Biden: un'ora e un quarto. L'incontro nella Biblioteca apostolica è cominciato alle 12.10 e la fine della conversazione privata è stata alle 13.25; poi i saluti e lo scambio dei doni fino alle 13.40. Successivamente Biden si è incontrato con il Segretario di Stato, il card. Pietro Parolin. Si è trattato dunque di una udienza più lunga degli standard, anche rispetto ai precedenti incontri con i Presidenti Usa: con Donald Trump fu di 30 minuti nel 2017 e con Barack Obama di 50 minuti nel 2014.

Ore 13.03: «Grazie tante. È bello tornare qui»: sono le prime parole che il presidente degli Stati Uniti ha pronunciato entrando in Vaticano, nel Cortile di San Damaso, accolto dagli officiali prima dell'ingresso nel Palazzo apostolico dove ha successivamente incontrato Papa Francesco. Biden, scendendo dall'auto presidenziale, ha tolto la mascherina che indossava e, con grandi sorrisi, ha stretto la mano a tutti i presenti. Poi ad uno degli officiali che stava salutando la first lady, si è presentato scherzando: «Sono il marito di Jill».

Ore 11.45: Joe Biden ha lasciato la sua residenza a Roma, Villa Taverna, per raggiungere il Vaticano. Intorno alle 12 incontra Papa Francesco nel Palazzo apostolico vaticano.

Ore 12.17: sono oltre cinquanta le vetture che hanno accompagnato l'ingresso del Presidente degli Stati Uniti in Vaticano per l'incontro con Papa Francesco. Lui viaggiava su una delle due auto presidenziali identiche in testa al corteo e, passando per via della Conciliazione, si è mostrato dietro al finestrino per salutare giornalisti e pellegrini. All'arrivo nel Cortile di San Damaso Biden, che è il secondo presidente cattolico nella storia degli Stati Uniti, si è mostrato molto sorridente.

Ore 13.30: È durato 90 minuti e si è concluso alle 13.30 il faccia a faccia in Vaticano tra il presidente degli Stati Uniti Joe Biden e Papa Francesco. Lo riferisce il pool al seguito della Casa Bianca, secondo cui alle 13.33 è cominciato l'incontro allargato con il segretario di Stato cardinale Pietro Parolin. Secondo l'agenda della Casa Bianca, l'incontro tra Biden e il Pontefice sarebbe dovuto durare 55 minuti.

La Cina parteciperà da remoto

Xi Jinping parteciperà in collegamento da remoto al G20 di domani e domenica. «Il presidente cinese si rivolgerà al 16esimo summit dei leader del G20 in collegamento video su invito del primo ministro Mario Draghi», ha riportato nelle ultime ore l'agenzia ufficiale cinese Xinhua, citando la portavoce del ministero degli Esteri di Pechino, Hua Chunying. Un «discorso importante», ha precisato. Nel suo piano la Cina ha confermato l'obiettivo 2060 per la neutralità carbonica. Il gigante asiatico è alle prese con una nuova ondata di contagi da Covid-19. Xi non ha mai effettuato un viaggio all'estero dal 18 gennaio dello scorso anno.

La Cina «è disposta a lavorare con tutte le parti per promuovere il successo del vertice G20 di Roma e dare un contributo positivo alla rapida vittoria del mondo sulla pandemia del Covid-19 e alla realizzazione di una ripresa stabile e alla crescita dell'economia mondiale». Il portavoce del ministero degli Esteri Wang Wenbin, ribadendo la partecipazione del presidente Xi Jinping in modalità video con il ministero degli Esteri Wang Yi presente in loco come suo rappresentante speciale, ha affermato nel briefing quotidiano che per centrare i suoi obiettivi il G20 «dovrebbe aderire al vero multilateralismo».

 

Germania - «È un meeting molto importante perché abbiamo problemi economici che vanno affrontati solo con la cooperazione globale». Ad affermarlo è Olaf Scholz, il ministro delle Finanze tedesco, al suo arrivo al G20 Finance e Health.

Francia - «Sarò molto franco con voi, parlo di energia nucleare a tutti i miei omologhi europei, ne ho parlato con Giorgetti questa mattina. Sono Convinto che senza il nucleare non riusciremo a completare la transizione climatica e raggiungere l'obiettivo di zero emissioni entro il 2050». Lo ha detto il ministro dell'Economia francese Bruno Le Maire al suo ingresso al G20 Finanze-Salute. «Ci sono Stati che hanno questa tradizione nucleare, come la francia, con il presidente Macron siamo decisi a sviluppare questa filiera ed investire in nuovo nucleare, rinnovabili, eolico, offshore e solare» e «continueremo a chiedere con forza che nella tassonomia europea il nucleare sia riconosciuto come energia che non emette Co2».

© RIPRODUZIONE RISERVATA