Un caffè fra amici e poi le manette: in carcere un condannato per truffa “a sua insaputa”

Un caffè fra amici e poi le manette: in carcere un condannato per truffa “a sua insaputa”
La lite in una coppia porta all'arresto di un loro ospite. Ed è così che un caffè fra amici si è tramutato in un arresto per C.F.G, 35enne della provincia di Agrigento, a Lecce per trovare la sua compagna.

I poliziotti delle volanti della Questura di Lecce sono intervenuti in un appartamento della periferia leccese, per sedare la lite di una coppia. In casa, insieme ai due litiganti, anche un'altra coppia di amici, loro ospiti. I poliziotti hanno proceduto a identificare anche loro, scoprendo che l'uomo era destinatario di un’ordinanza di carcerazione del 24 aprile scorso per una truffa commessa nella città di Trapani. Ordinanza di cui nemmeno il diretto interessato era a conoscenza, come spiega la Questura leccese. 

Il trapanese, dunque, è stato arrestato e accompagnato in carcere, dove sconterà sei mesi. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Venerdì 17 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento: 11:04