Raid incendiario al Twin Towers: terzo bar colpito, la pista del racket

Giovedì 22 Agosto 2019
Terzo attentato incendiario in meno di un mese ai danni di un locale. Questa volta a finire nel mirino è stato il bar Twin Towers di viale Japigia, nei pressi dell'incrocio con la centralissima via 95° Reggimento Fanteria. L'episodio si è verificato poco prima delle 4 dell'altra notte. E a Lecce torna l'incubo del racket.
Poteva andare molto peggio. Ad accorgersi di quello che stava accadendo ed a scongiurare conseguenze ben più gravi è stata una pattuglia di servizio dell'istituto di vigilanza Alma Roma. La guardia giurata transitava nei pressi del bar di viale Japigia ha notato prima una Mini allontanarsi a gran velocità e successivamente del fumo alzarsi dalla pedana in legno del gazebo esterno. Tempestiva la segnalazione alla centrale operativa dell'istituto e contemporaneamente a quella dei vigili del fuoco del comando provinciale di Lecce. L'incendio è stato domato grazie al provvidenziale intervento dell'operatore dell'istituto di vigilanza. Chi ha cosparso con liquido infiammabile la pedana esterna del gazebo in legno non ha avuto il tempo di farlo perché, vistosi scoperto, si è dato precipitosamente alla fuga. Le fiamme hanno rovinato una parte della pedana, la moquette e due alberi che si trovano nelle immediate vicinanze. Sul posto, una volta inviata la segnalazione, oltre ai proprietari dell'attività sono arrivati i poliziotti della questura di Lecce per effettuare i rilievi. Nelle mani degli investigatori, oltre alle dichiarazioni rese dalla guardia giurata di Alma Roma, ci sono anche i filmati registrati dalle telecamere posizionate all'esterno e nelle immediate vicinanze del locale.
Che possa trattarsi di un atto intimidatori legato al racket delle estorsioni è una delle ipotesi al vaglio degli investigatori che, al momento, non escludono nessuna pista. Una pista, quella del racket, che torna ad affacciarsi in modo forte dopo la sequenza di raid incendiari.
Con quello della notte scorsa ai danni del lounge bar Twin Towers di viale Japigia, a due passi dal centro commerciale cittadino, salgono a tre gli attentati messi a segno ai danni di esercizi pubblici. Prima del Twin Towers a finire del mirino erano stati altri due locali cittadini, il White Lady di via 95° Rgt Fanteria, a due passi dalla centralissima piazza Mazzini, e il lounge bar XL di via don Luigi Sturzo, in zona piazzetta Ludovico Ariosto. Il primo episodio, quello che ha visto coinvolto il Whithe Lady si è verificato lo scorso primo di agosto ed anche in questa circostanza le fiamme sono state appiccate all'esterno del locale, con il fuoco che ha danneggiato buona parte del gazebo in legno e annerito la facciata d'ingresso del locale. Il secondo attentato incendiario, invece, appena una settimana addietro, nella notte tra il 13 ed il 14 agosto. Le fiamme sono state appiccate davanti all'ingresso del lounge bar XL, in via Sturzo, e hanno distrutto parzialmente la moquette esterna ed annerito i muri della facciata esterna. Tre atti intimidatori in appena 20 giorni, quindi: tre episodi che non sembrano essere casi isolati e, dunque, appaiono strettamente collegati tra loro. Gli inquirenti stanno lavorando senza sosta per cercare di risalire agli autori.
S.S.C.
  © RIPRODUZIONE RISERVATA