Roma, si mutila per incassare soldi da assicurazione: condannata donna di 79 anni

Venerdì 15 Maggio 2020
Si autoinfliggeva mutilazioni corporee per incassare i soldi dall'assicurazione. Un'autentica truffa che ha fatto scattare la condanna ad un anno di reclusione per una donna di 79 anni di Acilia. I Carabinieri della stazione di Acilia avevano arrestato, su disposizione del Tribunale di Roma, la donna romana, condannata in via definitiva ad un anno di reclusione per una truffa assicurativa nell'ambito della quale si era anche autoinflitta alcune mutilazioni. La donna è stata posta agli arresti domiciliari.

Nel corso delle attività di controllo del territorio sono emersi anche altri casi. Nella notte, infatti, i Carabinieri della stazione di Acilia hanno fatto scattare una perquisizione nell'abitazione di un insospettabile impiegato 36enne. Nel corso delle attività, i militari hanno rinvenuto, nascoste in un locale adibito a palestra, oltre 100 fiale di Nandrolone, una nota sostanza dopante di cui è vietato il commercio. L'uomo, in attesa delle ulteriori decisioni dell'Autorità giudiziaria, è stato posto agli arresti domiciliari per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. La sostanza dopante è stata sequestrata.

  Ultimo aggiornamento: 13:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA