Milano, al via i lavori per la pista ciclabile di corso Sempione

Milano, al via i lavori per la pista ciclabile di corso Sempione
di Simona Romanò
2 Minuti di Lettura
Venerdì 22 Aprile 2022, 06:00 - Ultimo aggiornamento: 23 Aprile, 18:12

Stop alla sosta selvaggia nei parterre alberati di corso Sempione, così da  trasformare il viale che porta all’Arco della Pace negli Champs Elysées in chiave milanese. Dopo anni di attesa, con le promesse sempre rinviate di ridisegnare uno dei corsi più famosi di Milano, strappandolo  all’incuria e ai parcheggi stile Far West, «finalmente, dal 26 aprile, partono i lavori per la nuova pista ciclabile». L’annuncio arriva via Facebook dal presidente del Municipio 8, Giulia Pelucchi.

CANTIERI FINO A NATALE. «Si inizia con la tratta 4, da via Melzi d’Eril a via Procaccini, partendo dal primo parterre lato civici pari, compreso tra le vie Melzi D’Eril e Moscati. Il termine dei lavori, secondo il programma, è previsto per metà luglio». «In contemporanea - spiega ancora Pelucchi - nell’ultima settimana di giugno, inizieranno i cantieri nella tratta 1 (civici dispari da Canova a Ferrucci) e nella tratta 5 (civici pari da  Procaccini a  Losanna), che finiranno nella prima e nella seconda settimana di settembre. Nell’ultima settimana di agosto è invece previsto l’inizio delle operazioni nella tratta 2 (civici dispari da Ferrucci a  Arona) per concludersi a metà novembre». E ancora: «All’inizio di settembre partoni le attività della tratta 6 (civici pari da Losanna a Biondi) con termine alla fine di ottobre e, infine, nell’ultima settimana di ottobre è previsto l’avvio del cantiere della tratta 3 (civici dispari da  Arona a Filiberto) che chiuderà prima di Natale».

COSA CAMBIERÀ. Più alberi, aiuole, marciapiedi extra large. E le macchine, ora perennemente in sosta selvaggia (tollerata) sul lembo di terra, spariranno. Quindi, saranno disegnati più posteggi regolari per i residenti (da 700 posti si arriverà a 966). Terminata la riqualificazione (da 4 milioni di euro provenienti per lo più da fondi europei), corso Sempione non sarà più un vialone urbano, ma un gradevole boulevard: un viale alberato a due corsie per senso di marcia, con un controviale per ogni direzione, e due parterre verdi dedicati a bici e pedoni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA