Mose, si alzano le dighe mobili. Conte: «Va completato entro autunno-inverno»

Venerdì 10 Luglio 2020
Mose, Conte a Venezia per il test: «Nessuna passerella, va completato entro autunno-inverno»
Il presidente del consiglio Giuseppe Conte, dalla control room nell'isola artificiale del Lido, ha premuto il pulsante che dà il via alla prova generale di innalzamento delle paratoie del Mose. Per la prima volta tutto il sistema di 78 dighe mobili entra in funzione alle tre bocche di porto del lido di Venezia, separando la laguna dal mare. Iniziano infatti a spuntare dall'acqua le grandi paratoie gialle: hanno iniziato il sollevamento nella prova generale e alle tre bocche di porto. I parallelepipedi stanno emergendo piano dal fondale. Quando la schiera sarà completata verrà separata fisicamente la laguna di Venezia dal mare aperto
«Siamo qui per un test, non per una passerella. Il governo vuole verificare l'andamento dei lavori». Così il presidente del Consiglio Giuseppe Conte parlando del Mose«Va completato e dobbiamo fare in modo che il prossimo autunno-inverno ci sia uno strumento di salvaguardia, ha aggiunto Conte.

 


Mose, svolto con successo ultimo test

Il Coronavirus non ferma il Mose: a fine mese riprendono i test

«Il Mose è stata un'opera travagliata e faticosa» ma oggi «non potevamo mancare, anche per quella sera del 12 novembre» dell'acqua alta eccezionale. Lo ha detto il ministro Paola De Micheli, sottolineando che «molti degli impegni presi quel giorno sono stati mantenuti». Rispondendo alla sollecitazione sul 'decreto fanghì, ritenuto dal sindaco Bugnaro indispensabile per creare una via alle grandi navi alternativa a quella che passa davanti a San Marco, il ministro ha detto che «il decreto è pronto, basta definire la gestione presente e futura».

«Non mi associo al ringraziamento verso tutti quelli che si sono succeduti alla costruzione del Mose, la storia giudicherà», ma «sono sempre stato un grande sostenitore di quest'opera». Lo ha affermato il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro.

 
 
Ultimo aggiornamento: 11:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA