Covid, Locatelli (Cts) sostiene l'utilità del vaccino per ragazzi e bambini. «Nessun dubbio»

Domenica 1 Agosto 2021
Franco Locatelli fa il punto sul vaccino per ragazzi e bambini: «Così - afferma - vengono protetti dal rischio di sviluppare malattia grave o addirittura fatale»

«Nessun dubbio sul vaccinare gli adolescenti per immunizzarli e, quando vi saranno i dati che daranno il via libera, anche i bambini». Queste, le parole del coordinatore del Comitato tecnico scientifico (Cts) Franco Locatelli in merito ai vantaggi del vaccino anti - Covid per i ragazzi e bambini.

 

Leggi anche - Covid, il bollettino di oggi domenica 1 agosto 2021: nuovi contagi e vittime

In un'intervista al Corriere della Sera, Locatelli ha sottolineato l'efficacia e la garanzia del vaccino per le fasce d'età più giovani. «Così - afferma - vengono protetti dal rischio di sviluppare malattia grave o addirittura fatale». E riferisce che i deceduti sotto i 19 anni in Italia sono ad oggi 28. 

 

Leggi anche - Covid, vaccini: «Il 60% popolazione over 12 ha completato il ciclo»

 

L’immunizzazione degli adolescenti permetterebbe di tutelare anche i compagni di scuola con deficit immunitari. «Vaccinare - spiega Locatelli - significa anche creare le migliori condizioni perché possa avere continuità la didattica in presenza».

Prosegue su poi sull’opportunità di una terza dose di vaccino. «Non abbiamo evidenze solide - dichiara Locatelli - per decidere se e quando una terza dose andrà somministrata». E' indubbio  che una terza dose aiuterebbe l'incremento della memoria immunologica contro il coronavirus e potrebbe essere utile per soggetti vulnerabili, come gli anziani. Per Locatelli l'utilità del vaccino è chiara, anche guardando ai tassi di ospedalizzazione e delle terapie intensive che al momento sono stabili, nonostante i contagi

«Una scelta di questo tipo - sostiene -  deve essere adottata da istituzioni o agenzie sanitarie e non certo proposta dai produttori di vaccini». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA