Choc in Cina: appena scarcerato uccide 8 bambini in una scuola elementare. Arrestato il killer

Martedì 3 Settembre 2019 di Loris Alba
Quella che doveva essere una grande festa per il primo giorno di scuola si è trasformata in una vera e propria tragedia. In Cina, un uomo di 40 anni appena scarcerato ha ucciso 8 bambini appena ritornati tra i banchi di una scuola elementare.

Come riferito dalle autorità del posto, i fatti si sono verificati intorno alle 8 del mattino, ora locale, nel villaggio di Baiyangping nella provincia centrale di Hubei. Altri due minori sono stati feriti. Il killer è stato bloccato e immediatamente arrestato.

L'uomo sarebbe uscito di prigione lo scorso giugno dopo aver scontato una condanna per tentato omicidio. Ancora non si sa come i bambini siano stati uccisi, anche se diverse fonti parlano di una mannaia. Le autorità cinesi hanno riferito che le scuole nel paese asiatico sono state colpite da diversi attacchi negli ultimi anni e che quindi sono state rafforzate le misure di sicurezza.

Tragedie di questo tipo infatti, non sono nuove in Cina. Quest'anno già due bambini sono stati uccisi in una scuola dell'Hunan e un bidello è stato arrestato a gennaio perché, armato di coltello, ha ferito 20 scolari in una scuola di  Pechino. Ad aprile, inoltre, nove studenti sono stati uccisi e una decina feriti nel cortile di una scuola media nella provincia nordoccidentale dello Shaanxi da un ex studente, che ha giustificato la sua pazzia dicendo di essere stato bullizzato nel corso del suo passato scolastico


  © RIPRODUZIONE RISERVATA