Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Brindisi, il nuovo gruppo consiliare M5S incontra il coordinatore regionale Donno

Pierpaolo Strippoli, Leonardo Donno, Valeria Puca, Valentina Palmisano e Paolo Le Grazie
Pierpaolo Strippoli, Leonardo Donno, Valeria Puca, Valentina Palmisano e Paolo Le Grazie
3 Minuti di Lettura
Lunedì 18 Luglio 2022, 05:00 - Ultimo aggiornamento: 07:26

La situazione riguardo alle possibili collaborazioni prima ed alleanze poi è ancora in divenire ma l’impressione è che il nuovo gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle, dopo le dimissioni di Gianluca Serra e Tiziana Motolese, possa molto più facilmente dialogare con la maggioranza di centrosinistra che guida il Comune di Brindisi.

Il vertice

Intanto, però, dopo l’incontro dei giorni scorsi con il sindaco Riccardo Rossi e con il segretario cittadino del Pd Francesco Cannalire, durante il quale si è discusso soprattutto di prospettive in vista delle prossime elezioni amministrative, il coordinatore regionale del Movimento Leonardo Donno, insieme alla deputata Valentina Palmisano, ha incontrato sabato l’ultimo consigliere rimasto, Paolo Le Grazie, ed i due che prenderanno il posto di Serra e Motolese nel gruppo consiliare M5S, ovvero Pierpaolo Strippoli e Valeria Puca. «Pierpaolo Strippoli - sottolineano Donno e Palmisano - è un noto farmacista, molto apprezzato dai cittadini brindisini; Valeria Puca, figura anche lei validissima, è stata portavoce e coordinatrice del vecchio Meetup di attivisti: entrambi hanno ottenuto un ottimo riscontro nelle ultime amministrative ed hanno contribuito, insieme a tutti i candidati ed attivisti, all’elezione in consiglio di tre eletti M5S».

Le dimissioni dei due consiglieri

I due esponenti del Movimento si dicono poi «dispiaciuti per la scelta di Gianluca Serra e Tiziana Motolese. La rispettiamo ovviamente, ma non la condividiamo e né comprendiamo le motivazioni. Con il neo coordinamento regionale e a breve con la struttura organizzativa (completata con la nomina dei referenti provinciali e la costituzione dei gruppi territoriali) intraprenderemo un percorso inclusivo e condiviso, rispetto a tutti gli iscritti e a chi si riconosce nei valori e nei principi del Movimento 5 Stelle. Quello del Movimento era, è e sarà un progetto condiviso, che si rafforzerà nel corso del tempo a partire già dai prossimi giorni: dispiace che non ci sarà l’ apporto di Gianluca Serra e Tiziana Motolese, che ovviamente ringraziamo per il grande lavoro svolto in questi anni a servizio della comunità. Da apprezzare, allo stesso modo, la scelta di dimettersi e la volontà di lasciare spazio a chi è motivato e voglioso di continuare questo percorso nel M5S al fianco della comunità brindisina. Una chiara volontà di proseguire nella direzione già intrapresa». Siamo, rivendicano, «sempre dalla stessa parte ed ancora più determinati a portare avanti il programma del M5S con il quale siamo entrati in consiglio comunale ed i temi che interessano i cittadini, operando sempre nell’esclusivo interesse della città di Brindisi. Lavoreremo affinché tutte le migliori energie della città e della società civile partecipino insieme a noi a questo ambizioso progetto di rilancio del M5S sui territori, inaugurato dal presidente Conte», evidenziano Donno, Palmisano, Le Grazie, Puca e Strippoli.

Unità d'intenti

«Il gruppo consiliare - concludono il coordinatore regionale e la parlamentare - è pronto, compatto e determinato; già nei prossimi giorni, in attesa della proclamazione in consiglio comunale di Puca e Strippoli, organizzeremo un incontro con la cittadinanza e con gli iscritti, inclusivo e aperto a tutti. Sarà un momento di confronto, per condividere un percorso ed un programma aperto, con il quale il M5S intende confrontarsi con tutti, presentarsi ed essere protagonista delle prossime amministrative del 2023 a Brindisi». E non è da escludere, visti i contatti già avviati con il centrosinistra a Brindisi, che nel capoluogo i 5 Stelle possano fare parte della coalizione che dovrebbe sostenere la ricandidatura di Rossi, portando naturalmente all’interno del programma comune tutti i temi più sentiti dal Movimento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA