Giro d'Italia, vigilia per la volata a Brindisi: cosa sapere per vedere l'arrivo e non perdersi nel traffico

Giovedì 8 Ottobre 2020 di Francesco TRINCHERA

Vigilia carica di emozioni per l'arrivo del Giro d'Italia a Brindisi. A poche ore dall'evento, in città si mettono a punto gli ultimi preparativi. Ritocchi. Per il resto, tutto è già pronto in vista dell'appuntamento con la Corsa Rosa.  In occasione della Matera - Brindisi di domani, infatti, oltre alle disposizioni sulla viabilità nella sede d'arrivo del capoluogo sono state rese note quelle sul territorio provinciale da parte della Polizia stradale. 

 


In particolare, si ricorda che la corsa agonistica sarà preceduta dal giro E Bike Grottaglie Brindisi, manifestazione non competitiva che vede l'uso di bicicletta a pedalata assistita ed in un quadro più ampio sulla statale 7, nel territorio provinciale ed in entrambi i sensi di marcia, rimarrà interdetto il traffico a partire dalle 11.30 sino a cessate esigenze (verosimilmente intorno alle 17), compresi i principali svincoli nei territori di Villa Castelli, Francavilla Fontana, Oria, Latiano, Mesagne. Discorso analogo per i due centri abitati che saranno attraversati dalla carovana, ovvero Francavilla Fontana (via Ceglie, via Giuseppe di Vagno, via San Francesco di Assisi, rotatoria via Nicolò De Reggio e la rampa della provinciale 4) e Mesagne (via Marconi, via Brindisi e la rampa per la statale 7). La viabilità alternativa tra Lecce e Taranto prevede sulla statale 613 la deviazione sullo svincolo a San Pietro Vernotico, verso il centro abitato. Una volta raggiunta la provinciale 75 e dopo il passaggio da Cellino San Marco, San Donaci sino a San Pancrazio Salentino,si potrà seguire sulla statele 7 ter verso il capoluogo jonico. Chi da Brindisi dovrà dirigersi a Taranto, invece, sia dalla statale 379 che dalla 613 potrà utilizzare la prima e poi imboccare la strada statale 16 sino all'imbocco della statale 172 all'altezza dell'agro di Fasano, attraverso cui dirigersi verso la meta. Infine, da Taranto a Brindisi è previsto che si prenda la 172 fino a Martina Franca, poi la statale 581 fino a Ceglie Messapica e quindi la statale 30 sino a San Michele Salentino e poi la statale 30 sino a San Vito dei Normanni, da cui si potrà prendere la statale 16 verso Brindisi. Una volta che il Giro entrerà nel capoluogo adriatico, la corsa percorrerà via Appia, via Tor Pisana, parte di viale Commenda, via Tirolo, viale Aldo Moro e viale Palmiro Togliatti, sede del traguardo: subito dopo ci sarà anche un tratto di 400 metri per il deflusso dei corridori. 


Per gli spettatori, previsti accessi contingentati nell'ultimo chilometro e mezzo. Nei circa 4,5 chilometri di percorso brindisino, si stanno completando i preparativi per la sistemazione del tracciato di gara, oggetto di una serie di interventi secondo quanto richiesto dall'organizzazione. Il villaggio di tappa sarà in via Galanti, il quartier tappa presso l'ex seminario dedicato a Benedetto XVI, mentre le squadre saranno ospitate nei pressi del centro commerciale Brin Park. 


L'attesa per l'arrivo del Giro in questi giorni ha coinvolto anche i negozianti di Brindisi: tra quelli sul percorso e in altre zone della città, in molti hanno allestito la propria vetrina per omaggiare l'arrivo della Corsa Rosa. Allo stesso modo, proseguono anche alcune delle iniziative culturali che sono state dedicate alla manifestazione ciclistica, dalle mostre a palazzo Nervegna (Equilibrium, di Nuno Nascimento) ed ex Scuole Pie (le riproduzioni dell'ebanista Cosimo Di Giulio), mentre l'Archivio di Stato ospita Ciclisti in provincia di Brindisi 1910-1971, mostra omaggio alle presenze del Giro sull'intero territorio provinciale. Oltre ai vari passaggi, le sedi di tappa sono state quelle di Brindisi (1971), Ostuni (1996), Carovigno (2004).

Ultimo aggiornamento: 17:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA