Tamponi a ruba: spariti i kit dal laboratorio dell'ospedale Perrino

Martedì 12 Maggio 2020
Il macchinario per il test sui tamponi per il coronavirus
Prima i furti di mascherine e disinfettanti. Ora, addirittura, quelli dei reagenti per l'analisi dei tamponi per il coronavirus. Ancora ladri all'interno dell'ospedale Perrino di Brindisi. Stavolta, in particolare, nel laboratorio analisi. A segnalare l'accaduto, e denunciarlo ai carabinieri, è stato il responsabile del laboratorio, il dottor Angelo Santoro.

Il furto è avvenuto tra le 20 di ieri sera e le 8 di questa mattina. Dal congelatore del laboratorio, in particolare, sono stati sottratti 48 kit per il sistema Diasorin, che permette di analizzare i tamponi in poco più di un'ora. «Nella scorsa settimana - ha riferito il medico - erano stati sottratti dal congelatore altri 30 test dello stesso tipo. Stavamo pensando per questo di installare un sistema di videosorveglianza. Crediamo che sia stato un atto di sabotaggio ai danni del laboratorio oppure un furto a fini di lucro per rivendere i reagenti in una fase di scarsità di kit sul
mercato».

Proprio nelle scorse ore, infatti, la Asl aveva annunciato possibili rallentamenti proprio a causa della carenza, a livello nazionale, di reagenti per l'analisi dei tamponi. Per far luce sulla vicenda, la direzione generale dell'Azienda sanitaria locale ha chiesto al prefetto di convocare il tavolo per la sicurezza e l'ordine pubblico. L'incontro è stato fissato per giovedì alle 10. Ultimo aggiornamento: 13 Maggio, 09:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA