In centro albero e luminarie: il volto di Brindisi nelle settimane di Natale

Sabato 13 Novembre 2021 di Francesco TRINCHERA

La programmazione verso il Natale 2021 a Brindisi, dopo l’avviso pubblico per la realizzazione del mercatino tra le vie del centro, prosegue tra l’allestimento delle luminarie e ricerca di sponsor per ulteriori addobbi, compreso l’albero di Natale. In questo specifico contesto, la giunta ha approvato due delibere: per quel che riguarda la ricerca di sponsor è stato approvato l’atto di indirizzo necessario per arrivare ad una procedura di evidenza pubblica, così come è stato approvato lo schema dell’avviso che sarà pubblicato.

 

La copertura dei costi

Quindi si torna a parlare, come accaduto negli anni passati, della ricerca di soggetti che possano garantire, dice il bando, contributi «di natura finanziaria per uno o più dei lotti (sotto forma di erogazione economica)» o «di natura tecnica (erogazione diretta delle forniture e dei servizi connessi a carico dello sponsor)», o ancora di «coprire l’interezza o anche soltanto una parte dei costi delle forniture e dei servizi connessi per uno o più dei lotti». Di questi ultimi, in particolare, ne sono stati individuati quattro: si va dalla fornitura «di un albero di Natale di luci (creazione artistica)» a quella «delle luminarie natalizie lungo le vie, aree ed edifici» ed ancora di due o più installazioni tematiche. Ultimo lotto quello relativo a «scenografie tramite proiettori architetturali». Il bando dispone che i possibili sponsor possano essere «i soggetti privati (persone fisiche e persone giuridiche), i soggetti pubblici e ogni organismo costituito a termini di legge, sia in forma singola che associata», fatto salvo che abbiano i requisiti necessari secondo il “codice degli appalti”. Il Comune avrà il ruolo di “sponsee”, con il compito di riconoscere allo sponsor con l’esposizione del marchio, nome o logo, con modalità concordate (ma che comunque non creino disturbo all’installazione), garantendo anche la visibilità dello stesso nelle attività informative e promozionali dell’ente, oltre che «campagne di comunicazione valorizzando particolarmente il ruolo dello sponsor». Come già accaduto negli anni precedenti, sono fissate anche delle specifiche per cui il Comune può non concedere il benestare alla sponsorizzazione (danni di immagine, conflitti tra pubblico e privato, motivi di inopportunità generale), mentre sono comunque vietati messaggi di propaganda politica, sindacale, filosofica o religiosa; pubblicità relative a tabacco, alcool e materiale a sfondo sessuale o pornografico.

 

Gli addobbi

Per quel che riguarda le luminarie, è stato dato mandato alla Multiservizi per la cura dell’allestimento di addobbi nelle principali vie del centro cittadino. L’amministrazione, in particolare, ha manifestato l’intenzione di posizionare gli elementi decorativi lungo i corsi, all’incrocio degli stessi ed a piazza Vittoria. Più nel dettaglio si parla di circa 300 metri da allestire su corso Umberto, la stessa misura su corso Garibaldi, 445 metri circa su corso Roma. All’incrocio delle principali arterie del centro, invece, c’è l’intenzione di posizionare un albero luminoso con altezza tra i 13 ed i 14 metri, mentre in piazza Vittoria si vogliono posizionare elementi luminosi. «La società – si legge nel corpo della delibera di giunta - dovrà acquisire la fornitura ed i servizi necessari mediante procedure di evidenza pubblica», che complessivamente non dovranno superare l’importo massimo di 50mila euro. Sarà compito sempre della Multiservzi anche quello di svolgere «le lavorazioni di competenza ed il coordinamento tecnico».

 

Ultimo aggiornamento: 13:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA