Mal di gola fatale: muore a 48 anni al Pronto soccorso. La Procura apre un'inchiesta

Lunedì 10 Febbraio 2020
Si lamentava da giorni per il mal di gola. E sabato sera, Giulia Mininni, 48 anni, di Bari è morta al Pronto soccorso del policlino barese. Secondo la denuncia presentata ai carabinieri dai familiari della donna, il malessere è stato sottovalutato dai medici. I sintomi riferiti dai familiari della donna erano mal di gola e dolori all’interno della bocca a causa dei quali, sempre stando al racconto dei parenti, la signora non si alimentava da qualche giorno per difficoltà a deglutire.

Bimba di 5 mesi cardiopatica, muore in ospedale prima dell'intervento chirurgico: aperta un'inchiesta per omicidio colposo
Ritrovata insaguinata sul pavimento, muore dopo giorni in ospedale: tragedia a Nardò

Quel mal di gola estremamente doloroso era stato esaminato prima dai sanitari della guardia medica, ai quali Mininni si era rivolta in prima battuta. Poi dai medici del Pronto soccorso del Policlinico, dal medico curante e infine, in due occasioni, dal 118. Ma nessuno di loro - secondo la denuncia - avrebbe approfondito adeguatamente il problema, limitandosi a prescriverle farmaci che si sono poi rivelati del tutto inefficaci. 

Dopo la presentazione dell'esposto, il pubblico ministero di turno Larissa Catella ha disposto l'autopsia sul corpo della 48enne, per comprendere le cause della morte e procedere con l'inchiesta. 

La nota del Policlinico 
L'azienda precisa che la paziente è arrivata al pronto soccorso del Policlinico di Bari in condizioni di arresto cardiorespiratorio, con manovre rianimatorie già iniziate dall'equipe del 118.
Nonostante la prolungata rianimazione cardiorespiratoria, eseguita con la collaborazione dei consulenti rianimatori, la paziente è rimasta in asistolia ed è stato dichiarato il decesso.
Si sottolinea, inoltre, che non risultano altri accessi della stessa donna al pronto soccorso o in altri reparti nelle giornate precedenti.
  Ultimo aggiornamento: 21:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA