Caos movida e fischi alla polizia locale, Decaro: «Se ignoriamo le regole nuove chiusure»

Sabato 15 Maggio 2021

Assembramenti, caos e fischi alla polizia locale nel cuore della movida. A Bari la serata di venerdì ha fatto registrare non pochi problemi sul fronte del rispetto delle regole e delle misure anti-Covid. Neppure il coprifuoco delle 22 è stato rispettato. E all'arrivo della polizia locale gli agenti sono stati accolti da una pioggia di fischi e insulti. 

L'ira di Decaro: «Senza regole si chiude tutto»

«Se esistono delle regole vanno rispettate. Sempre. In questa città come nel resto del Paese - ha tuonato il sindaco Antonio Decaro - Vanno rispettato per la tutela della salute delle.persone che sono a casa, vanno rispettate per le attività economiche che stanno soffrendo e che hanno rispettato le restrizioni per tanti mesi. Se ignoriamo le regole e torniamo a contagiarci, con il rischio di tornare ancora ad intasare le terapie intensive, torneranno le restrizioni e le chiusure. Questo nessuno lo vuole». Poi ha aggiunto: «Uscire è legittimo, si può fare, lo prevede la legge ma lo dobbiamo fare responsabilmente nel rispetto delle indicazioni che ci vengono date: mascherine, distanziamento e coprifuoco.Piano piano si allenteranno le restrizioni, ragionevolmente si allungherà anche l’orario del coprifuoco ma oggi le regole sono queste e vanno rispettate. Ieri sono scese per strada tutte le forze dell’ordine e lo faranno ancora se dovesse essere necessario. Non possiamo mettere a rischio le libertà conquistate per l’irresponsabilità di pochi».

Ultimo aggiornamento: 17 Maggio, 07:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA