Gli otto templi più incredibili d'India: un tour tra le meraviglie

Lunedì 11 Maggio 2020 di Francesca Spanò
Gli otto templi più incredibili d'India: un tour tra le meraviglie

Dicono che sia l’India ad attirare il viaggiatore deciso a scoprirne l’anima più profonda e che non avvenga mai il contrario. Quando si sceglie questo viaggio, infatti, si è già pronti a entrare nella sua intensa spiritualità e ad amarne la cultura, le contraddizioni, i colori e i monumenti. E nel suo mix di bellezza e meraviglia, accanto ai sari di stoffe pregiate e ai palazzi da fiaba, sono i templi a lasciare senza fiato con milioni di decori e significati. Del resto, il Paese ha circa nove religioni riconosciute come l’Islam, il Buddhismo, il Cristianesimo, il Sikhismo, il Giainismo e diverse credenze tribali e popolari e l’80 per cento della popolazione è legata alla fede indù.
 

 

Un tour tra i templi indimenticabili dell’India
 
Tempio del Sole, Konark
Risale al XIII secolo d. C e, come è facile intuire, era dedicato al dio del sole, Surya. Colpisce molto per la sua curiosa forma di un’auto con ben 24 ruote scolpite e dal 1984, questo sito di pellegrinaggio indù, è Patrimonio Mondiale dell’Unesco.
 
Tempio d’oro, Amritsar
Il sito d’eccellenza per i membri della religione sikh e uno dei templi più famosi in India, viene anche ricordato con l’appellativo di Sri Harmandir Sahib. Ha una lunga storia che comincia nel 1577 e passa da varie distruzioni e ricostruzioni, tra le quali quella del 1830 è la più importante, perché in quella occasione fu interamente ricoperto di carta d’oro. All’interno sono tanti i dipinti colorati e i mosaici piastrellati che regalano un tocco acceso di bellezza. 
 
Tempio Meenakshi, Tamil Nadu
Nel Tamil Nadu sorge questo tempio del I secolo, vero tesoro dell’India sud-orientale. Il suo ingresso è mozzafiato con quattro gopuras (torri) adornate da centinaia di divinità, animali e demoni. All’interno, invece, sembra di entrare in un labirinto con una serie di recinti concentrici, passerelle con pilastri e mercati vivaci. Incredibile, infine, è la Thousand Pillared Hall, con un numero elevato di sculture in pietra.
 
Tempio del loto, New Delhi
Costruito nel 1986 a Nuova Delhi, è molto moderno e riproduce proprio questa figura. Si tratta di una delle sette principali case di culto bahá'í in tutto il mondo e mostra 27 pannelli di marmo che si curvano per formare il simbolo di divinità e purezza.
 
Tempio Kailasa, Ellora
In India è molto famoso per la sua incredibile architettura, in un tempio risalente al VIII secolo d.C. Si tratta, infatti, di uno dei più antichi mai costruiti e si può visitare in qualunque momento.
 
Tempio Brihadisvara, Tamil Nadu 
Fa parte del complesso del Tempio della Grande Chola vivente, Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO ed è uno dei più grandi e interessanti siti dell’intero Paese. Fu chiamato anche "Grande Tempio" e rappresentava il primo ad essere stato realizzato in granito con lo stile dell'architettura dravidica nel XI secolo. All’interno non mancano affreschi antichi, intricati intagli e varie sculture.
  
Deshnoke, il tempio dei topi 
Non lontano da Bikaner, nel Rajasthan, è una costruzione in marmo con grandi cancelli in argento e decine di topi considerati sacri. Si dice che chiunque riesca ad avvistarne uno bianco sarà molto fortunato.
 
Tempio Padmanabhaswamy, Kerala 
Ricco di tanto mistero, è dedicato a Lord Vishnu e si presume risalga al periodo compreso tra il 500 a.C. e il 300 d. C. È anche considerato il luogo di culto più ricco del mondo, con 8 volte sotterranee cariche di tesori con oro, diamanti, rubini e altre pietre preziose che potrebbero valere fino 17 miliardi di dollari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA