Sanremo 2021, Amadeus: «Non farò il terzo Festival». Alessandro Cattelan verso la Rai: si ragiona su un evento

Sabato 6 Marzo 2021
Sanremo 2021, la quarta serata oltre gli 11 milioni di spettatori e share del 43.3% nella prima parte

«Non ci sarà l'Ama ter, lo abbiamo già deciso io e Fiorello, ci abbiamo scherzato. Se un giorno la Rai vorrà ancora affidarci il festival, magari prima dei 70 anni, sarà una grandissima gioia. Ma il terzo di seguito non ci sarà». Lo dice Amadeus. «Sanremo per me è un evento, parte da un'idea e poi si realizza, non può essere routine», spiega il conduttore e direttore artistico. «Ringrazio la Rai che mi ha regalato due anni che non dimenticherò mai, grazie a tutta l'azienda. Ma non vedo l'ora di tornare ai miei giochi, ai miei quiz, alla mia normalità».

 

«Tra i pochi pregi che ho c'è la sincerità», continua. «Trovo Sanremo un motivo di gioia, orgoglio, un grande premio, l'apice di una carriera per un conduttore. Sono grato alla Rai, a Teresa De Santis, l'anno scorso di avermi affidato Sanremo, a Stefano Coletta che mi ha richiamato. Una proposta per due anni di seguito è un motivo di grande orgoglio. Ringrazio l'ad Fabrizio Salini». «Sono stati due Sanremo storici - dice ancora Amadeus - l'edizione dei 70 anni e poi questa, dai giovani alla pandemia. Ma dopo due edizioni così non ci sarà la terza».

La quarta serata del Festival di Sanremo 2021 intanto, ha raccolto su Rai1 11 milioni 115 mila telespettatori pari al 43.3% nella prima parte e 4 milioni 980 mila nella seconda con il 48.2%. Migliorano gli ascolti rispetto alla serata cover, che aveva avuto 10 milioni 596 mila pari al 42.4% di share nella prima parte e 4 milioni 369 mila con il 50.6% nella seconda. L'anno scorso la quarta serata del festival aveva ottenuto 12 milioni 674 mila telespettatori con il 52.3% di share nella prima parte e 5 milioni 795 mila con il 56% nella seconda.

Sanremo 2021, la classifica: Colapesce Dimartino vincono la quarta serata, ma Ermal Meta resta in vetta

Fiorello: «L’anno prossimo niente Festival di Sanremo, ho già dato tutto»

Achille Lauro, il bacio con Boss Doms infiamma il palco di Sanremo 2021

In media la quarta serata del festival ha fatto registrare 8 milioni 14 mila spettatori con il 44.7%. La media della serata cover era stata di 7 milioni 653 mila spettatori con il 44.3%. Gli ascolti restano ancora lontani rispetto all'edizione 2020, quando la serata del venerdì incollò a Rai1 9 milioni 504 mila spettatori pari al 53.3% di share. 

Alessandro Cattelan e la Rai

«Cattelan? Il suo nome viene spesso evocato su Rai1, ma non c' è nessuna considerazione riguardo a Sanremo. Stiamo ragionando su un possibile evento. Sicuramente non ha mai parlato, almeno con me, di Sanremo». Così il direttore di Rai1, Stefano Coletta, smentisce trattative in corso sul prossimo Sanremo con Alessandro Cattelan, rispondendo a una domanda nella quotidiana conferenza. Dell'ex conduttore di X Factor si parla di un suo passaggio alla Rai.

Il confronto

Guardando la serie storica degli ascolti degli ultimi 20 anni, vince con la media ponderata della serata del 44,7% sulla analoga serata di ben 7 festival: Fabio Fazio 2014 (37,97%), Gianni Morandi 2012 (41,97%), Pippo Baudo 2008 (30,28%), Giorgio Panariello 2006 (36,74%), Simona Ventura 2004 (40,69%), Pippo Baudo 2003 (38,23%) e Raffaella Carrà 2001 (44,39%).

Achille Lauro

«Stasera chiudiamo con un brano che fa parte della mia carriera Se la vie, che è un omaggio all'orchestra classica e spero vi piacerà». Achille Lauro si prepara così alla finale di stasera. «Quando Amadeus mi ha fatto l'omaggio di chiamarmi al Festival - racconta - ho voluto pensare ad un progetto molto più ampio della mia zona di comfort, di venire qui a fare l'ospite. Così ho pensato di fare un viaggio nei generi musicali attraverso delle rappresentazioni, incarnando non un personaggio questa volta ma l'essenza del genere. Quindi siamo partiti dal Glam Rock, che è uno dei miei preferiti perché porta il messaggio importante di avere il coraggio di essere. Poi siamo passati per il rock'n'roll e volevamo portare la leggerezza, la spensieratezza: anche il bacio di Claudio Santamaria e Francesca Barra in questo momento storico è qualcosa di forte. Poi siamo passati per il pop, con un omaggio agli incompresi, che era uno dei punti che preferivo, perché il pop in Italia è un genere banalizzato, ridotto a qualcosa di frivolo, di poco artistico, invece noi volevamo portare un'esibizione teatrale, che facesse capire la costruzione che c'è dietro anche ad un genere così: sono stato onorato della presenza della Guerritore e di Emma. Ieri abbiamo portato il punk senza regole, Fiorello era perfetto per legittimare questo genere su un palco così importante e poi ho voluto portare il mio chitarrista di sempre Boss Doms, con cui ho affrontato il Sanremo che ci ha reso quelli che siamo, e la mia band».

 

«Un progetto che è costato notti di lavoro, di riunioni e di creatività. Un progetto che non è vengo qua e mi metto un costume, c'è dietro molto di più. Non ci sono personaggi quest'anno, non c'è la voglia di fare scalpore. C'è la voglia di portare qualcosa che sia di più di una semplice canzone. Per me scrivere una canzone e interpretarla hanno lo stesso valore. La musica oggi si guarda anche», sottolinea. E a chi gli chiede se vorrebbe condurre il festival, risponde: «No grazie, non sarei in grado». Mentre sulla possibilità di tornare in gara al festival, conclude: «Non escludo niente».

Festival epico

«Grandissimo orgoglio e grandissima soddisfazione per questo epico festival che credo resterà nelle nostre vite per molto tempo, sperando che il prossimo non debba fare i conti con tutte le limitazioni di quest'anno. Evviva la Rai, evviva Sanremo!». Lo ha detto il direttore di Rai1, Stefano Coletta, nel quotidiano incontro con la stampa. Coletta ha sottolineato come, anche in termini di ascolti, «la serata di ieri ha mostrato segnali in controtendenza con il tradizionale calo del venerdì, crescendo rispetto alle serate precedenti». Il direttore ha ringraziato Amadeus e Fiorello «per come ieri sera si sono spesi, con un ritmo incalzante».

Botteri

«Sono iper emozionata, preoccupata, tesissima e stanotte non ho chiuso occhio. Mi hanno detto ma come, le bombe... l'emozione di Sanremo è quasi peggio delle bombe». Lo ha detto Giovanna Botteri raccontando in conferenza le emozioni per essere, nella serata finale del festival di Sanremo, la protagonista femminile che affiancherà Amadeus nella conduzione della kermesse.

Sanremo 2021, pagelle quarta serata: Mahmood star (10), l'omaggio ai lavoratori a notte fonda (5)

Sanremo 2021, Beatrice Venezi, chi è la direttrice d'orchestra super ospite della quarta serata

 

 

Ultimo aggiornamento: 21:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA