Rapinatore seriale incastrato dalle immagini delle telecamere di sicurezza

Giovedì 23 Settembre 2021
Il colpo pistola in pugno

Per settimane ha terrorizzato commercianti e commesse di Grottaglie, in provincia di Taranto. Con rapine e furti messi a segno anche con la pistola in pugno. A distanza di mesi, però, per lui sono scattate le manette. Gli agenti del commissariato di Grottaglie, infatti, l'altro giorno hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un pluripregiudicato del posto di 40 anni, ritenuto responsabile nell’ultimo anno di rapine e furti compiuti tutti nel centro della città. L'uomo ora è dietro le sbarre. 

Le rapine 

Il  pregiudicato è considerato l’autore della rapina ai danni della commessa di un negozio “compro oro” avvenuta a gennaio. Come testimoniato dalle immagini dei sistemi di video sorveglianza presenti nella zona, il malvivente soprese la donna nell’abitacolo della sua autovettura strappandole la borsa dopo una violenta colluttazione, per poi darsi alla fuga.

Video

Il colpo pistola in pugno

Ad agosto scorso, pistola in pugno, l'uomo prese di mira un supermercato, esplodendo, appena entrato, a scopo intimidatorio, un colpo di arma da fuoco in aria ed impossessandosi dell’intero incasso di circa 1000 euro. A distanza di pochi giorni commise anche un furto in un bar del centro. Con il volto travisato approfittò della momentanea assenza del titolare rubando il denaro custodito nel registratore cassa. Ad incastarlo è stato proprio lo studio delle immagini registrate dalle telecamere di sicurezza da parte degli investigatori. 

Ultimo aggiornamento: 24 Settembre, 08:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA