Champions: Happy Casa sconfitta nel finale a Bonn

Mercoledì 18 Dicembre 2019 di Antonio RODI
Tyler Stone dell'Happy Casa Brindisi
La Happy Casa esce sconfitta dalla trasferta di Bonn (101-93), ma comunque a testa alta. La gara contro la formazione tedesca si decide nell’ultimo periodo quando la squadra allenata da Frank Vitucci spegne completamente la luce subendo un 23 a 36 di parziale che, di fatto, indirizza l’inerzia del match. Un peccato davvero, un’occasione persa (era già successo a Saragozza dove la sconfitta era arrivata dopo due supplementari) che non permette ai biancazzurri di cogliere il primo successo esterno in Champions League. Brindisi (Stone 30 punti, Banks 18) gioca una partita solida e di grande autorità per 30 minuti, ma non è brava a cogliere l’attimo quando le circostanze lo hanno permesso. Sul +9 (61-70 al minuto 27) Brown e compagni sembrano avere in pugno il match, la loro pecca è stato non affondare il colpo, permettendo agli avversari (Subotic e Simmons 15 punti a referto) di riprendere fiato e tornare prepotentemente in partita. Con gli ultimi dieci minuti già descritti, nei quali i pugliesi hanno spento la luce venendo travolti dalla maggior verve altrui. Nulla di compromesso, ma dalla ripresa delle ostilità (7 gennaio) Brindisi non può più permettersi distrazioni. In attesa di poter disporre anche di Dominique Sutton (atteso in città nella giornata di domani) che andrà ad allungare le rotazioni a disposizione di Frank Vitucci.

Risultati (2^ di ritorno): Bonn-Brindisi 101-93; Digione-Neptunas Klaipeda 92-71; Saragozza-Besiktas 80-73; Paok Salonicco- Falco Szombathely 80-89
Classifica: Bonn e Digione 15; Saragozza e Falco Szombathely 14; Brindisi e Neptunas Klaipeda 13; Besiktas e Paok Salonicco 12.
Due punti per la vittoria, uno per la sconfitta.
Prossimo turno (07/01/2020): Besiktas-Bonn; Neptunas Klaipeda-Paok Salonicco; Falco Szombathely-Saragozza (08/01/2020); Brindisi-Digione (08/01/2020).
  Ultimo aggiornamento: 23:01


© RIPRODUZIONE RISERVATA