Lecce: "A Pisa serve una grande prestazione per fare risultato. Sfruttiamo il momento positivo"

Domenica 4 Aprile 2021 di Lino DE LORENZIS
Mister Eugenio Corini, allenatore del Lecce

LECCE Dieci giornate di imbattibilità, cinque vittorie di fila, miglior attacco della serie B. Sono le cifre del Lecce di Eugenio Corini, chiamato domani pomeriggio ad affrontare il Pisa sul manto erboso dell'Arena Garibaldi-Anconetani. Il match, valido per la tredicesima giornata del girone di ritorno, inizierà alle ore 15 e sarà diretto dall'arbitro Marinelli di Tivoli. In questa stagione ha già arbitrato Lecce-Monza terminata 0-0.

Ventiquattro convocati: Bleve,  Maggio, Pisacane, Lucioni, Meccariello, Paganini, Coda, Yalçin, Stepinski, NikolovDermaku, Pettinari, Gabriel, Vigorito, Björkengren, Zuta, Gallo, Calderoni, Maselli, Majer, Hjulmand, Henderson, Tachtsidis e Rodriguez. Sono rimasti nel Salento gli indisponibili Adjapong, Listkowski, Mancosu e Felici.

"Il Pisa è in lotta per i play off e di sicuro ci creerà dei problemi - ha detto in conferenza stampa il tecnico del Lecce, Eugenio Corini -. Tra l'altro, all'andata i toscani hanno vinto con merito in casa nostra. Di conseguenza, bisognerà giocare una grande partita per tornare a casa con un risultato positivo".

"Stiamo attraversando un ottimo ed è il frutto  del lungo e paziente lavoro fatto in questi mesi. Sappiamo benissimo però che solo continuando a lavorare nel modo giusto e perseguendo le nostre idee possiamo allungare il periodo positivo”.

Un solo dubbio nella formazione del Lecce anti-Pisa e riguarda il ruolo di regista. Ci giocherà tra Hjulmand e Tachtsidis? "Questi due ragazzi sono un valore aggiunto per il Lecce - ha sottolineato Corini -. Dovrò scegliere chi far giocare dall'inizio: lo farò nell'ottica della gestione delle risorse ed in base a chi mi serve maggiormente di volta in volta”.

Ultimo aggiornamento: 5 Aprile, 12:59
© RIPRODUZIONE RISERVATA