I Negramaro vincono il Premio Amnesty con "Dalle mie parti"

Martedì 20 Aprile 2021

Dalle mie parti”, la canzone che chiude l’album "Contatto" dei Negramaro, si è aggiudicata il premio di Amnesty International Italia assegnato dall’associazione Voci per la Libertà per premiare il migliore brano sui diritti umani pubblicato nel corso dell’anno precedente.  La canzone, firmata da Giuliano Sangiorgi, parla di immigrazione e di integrazione. 

Il commento di Giuliano: canto quello che penso


«Grazie a tutti quelli che hanno compreso fino in fondo il testo di questa canzone e non sono caduti nella tentazione, comune a molti in questi periodi bui, di dirmi sei un cantante, canta!», ha commentato infatti Sangiorgi. «Sì, sono un cantante e canto quello che penso e penso quello che canto, e quando si tratta di diritti umani, non c’è silenzio che tenga». “Dalle mie parti”, è stata scelta come “inno a un mondo senza discriminazioni e senza confini”, si è conquistata il premio nella sezione riservata ai big della canzone italiana, istituito da Amnesty nel 2003. Pubblicata nel 2020 insieme agli altri brani del disco “Contatto”, la canzone affronta infatti il tema dell’immigrazione: «Vuole essere uno spunto e un’istantanea per riflettere. Il mio augurio è che il mare torni ad essere simbolo di vita e torni ad essere di tutti», ha commentato Giuliano Sangiorgi prima di cantarla in un intimo video postato sulle pagine social del gruppo. 

La premiazione 


La premiazione si terrà il 25 luglio durante la serata finale della 24ma edizione di Voci per la Libertà - Una canzone per Amnesty, quest’anno legata al 60mo anniversario di Amnesty International. L’appuntamento è dal 23 al 25 luglio a Rosolina Mare in provincia di Rovigo. Ci saranno molti ospiti musicali che impreziosiranno le semifinali e finali della sezione emergenti del Premio Amnesty, il cui bando rimane aperto fino al 3 maggio ed è reperibile sul sito www.vociperlaliberta.it. 
 

 

Ultimo aggiornamento: 21 Aprile, 08:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA