Piero Angela, il cordoglio di politica e spettacolo: «Ha segnato la storia»

Piero Angela, l'addio di Mattarella: «Ha segnato la storia della televisione italiana»
Piero Angela, l'addio di Mattarella: «Ha segnato la storia della televisione italiana»
5 Minuti di Lettura
Sabato 13 Agosto 2022, 13:06 - Ultimo aggiornamento: 15:18

Dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella a Silvio Berlusconi, senza dimenticare Fabio Fazio, si moltiplicano i messaggi di addio a Piero Angela

Piero Angela morto, aveva 93 anni. L'addio del figlio Alberto Angela e la lettera per il suo pubblico: «E' stata una grande avventura»

Piero Angela, l'addio di Sergio Mattarella

«Provo grande dolore per la morte di Piero Angela, intellettuale raffinato, giornalista e scrittore che ha segnato in misura indimenticabile la storia della televisione in Italia, avvicinando fasce sempre più ampie di pubblico al mondo della cultura e della scienza, promuovendone la diffusione in modo autorevole e coinvolgente. Esprimo le mie condoglianze più sentite e la mia vicinanza alla sua famiglia, sottolineando che scompare un grande italiano cui la Repubblica è riconoscente».Lo dichiara il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

 

Vertici Rai: «Un modello esemplare di servizio pubblico»

Piero Angela ha realizzato «un modello esemplare di servizio pubblico». Lo affermano, in una nota congiunta, il presidente e l'amministratore delegato della Rai, Marinella Soldi e Carlo Fuortes. «'Prepararsi al futurò è il titolo scelto da Piero Angela per la prossima edizione del suo Superquark. Novantatré anni di età, maestro nella divulgazione scientifica, manteneva intatta curiosità di un bambino che scopre il mondo. Al suo entusiasmo per la conoscenza e per la scoperta la Rai e l'Italia intera devono molto. Le sue trasmissioni hanno saputo raccontare a tutti in modo semplice e affascinante argomenti complessi, aspetti del sapere che in passato erano riservati alle fasce più istruite della popolazione. Piero Angela nella sua lunga attività per la Rai ha mostrato come si possa fare un uso alto e insieme popolare del mezzo televisivo, realizzando un modello esemplare di servizio pubblico. Sperimentatore di tecniche televisive all'avanguardia, era amatissimo in azienda per professionalità e dedizione al lavoro. Sapeva valorizzare il contributo di ognuno, consapevole che la televisione richiede gioco di squadra», affermano.

Draghi: «Ha unito il Paese»

«L'Italia è profondamente grata a Piero Angela. È stato maestro della divulgazione scientifica, capace di entrare nelle case di generazioni di italiani con intelligenza, garbo, simpatia. Le sue trasmissioni e i suoi saggi hanno reso la scienza e il metodo scientifico chiari e fruibili da tutti. Il suo impegno civile contro le pseudoscienze è stato un presidio fondamentale per il bene comune, ha reso l'Italia un Paese migliore. Piero Angela è stato un grande italiano, capace di unire il Paese come pochi. Ai suoi cari, le condoglianze del Governo e mie personali». Lo dichiara il premier Mario Draghi.

Piero Angela, l'addio al pubblico di Superquark: «Mi spiace non essere più con voi dopo 70 anni. È stata una grande avventura»

Il ricordo di Silvio Berlusconi

«Apprendo con profondo dolore la notizia della scomparsa di Piero Angela. Era un signore colto e gentile, rappresentava uno stile e un modo di fare televisione che ho sempre apprezzato. La sua professionalità e la sua cortesia mancheranno al mondo dell'informazione televisiva. Sono vicino al dolore del figlio Alberto e dei familiari. #pieroangela». Lo scrive su Fb Silvio Berlusconi.

Elisabetta Casellati: «L'Italia gli deve tanto»

«L'Italia deve tanto a Piero Angela, giornalista, amato conduttore televisivo e vero maestro di vita per intere generazioni. Ha diffuso conoscenza e stimolato la curiosità tra giovani e adulti, formando cittadini migliori, consapevoli degli straordinari segreti della natura e della scienza. La mia vicinanza ai suoi familiari». Lo ha dichiarato il Presidente del Senato Elisabetta Casellati.

Fabio Fazio: «Notizia che non volevo ricevere»

«Questa è una di quelle notizie che non vorremmo mai ricevere. Mancherà a tutti noi la sua intelligenza, la sua passione e per quel mi riguarda la sua cortesia. Piero Angela è parte della storia di tutti noi e da oggi tutti siamo più soli». Così Fabio Fazio su Twitter ricorda Piero Angela.

Prodi: «Ha saputo affascinare e avvicinare alla storia»

«Piero Angela ha saputo affascinare e avvicinare alla storia, alle scienze, all'arte intere generazioni. Oggi perdiamo un uomo di grande cultura che ha saputo raggiungere davvero tutti grazie alle sue straordinarie e uniche capacità comunicative. Il mio pensiero va alla sua famiglia e a tutti coloro che gli sono stati amici». Lo dice Romano Prodi.

Casellati: «L'Italia gli deve tanto»

«L'Italia deve tanto a Piero Angela, giornalista, amato conduttore televisivo e vero maestro di vita per intere generazioni. Ha diffuso conoscenza e stimolato la curiosità tra giovani e adulti, formando cittadini migliori, consapevoli degli straordinari segreti della natura e della scienza. La mia vicinanza ai suoi familiari». Lo ha dichiarato il Presidente del Senato Elisabetta Casellati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA