Ponte del 25 aprile, sole e tempo bello: gli eventi in Puglia, ecco cosa fare

Sabato 23 Aprile 2022

Se Pasqua e Pasquetta sono state rovinate da vento e pioggia, questo week-end lungo sarà all'insegna di sole e tempo buono. E perciò, approfittando del ponte per la festività del 25 aprile, ci si può sbizzarrire in Puglia con tanti eventi tra cultura e, perché no, anche le prime capatine sulla spiaggia al mare.

Le previsioni

Domenica 24 aprile: bel tempo prevalente al Sud, infatti il cielo si presenterà con nubi irregolari soltanto sui settori ionici di Calabria e Puglia, sul resto delle regioni cielo poco nuvoloso.

Lunedì 25 aprile: la giornata sarà caratterizzata da una mattinata asciutta e in gran parte soleggiata. Temperature massime tra 17 e 22 gradi.

Gli eventi

A Bari la 7^ Rievocazione storica del Gran Premio domenica 24 aprile: la prima parte della giornata di Gran Premio si svolgerà all’interno della Fiera del Levante, dove le auto si trasferiranno a partire dalle ore 10, per una sfilata all’interno dei viali dedicati all’Expo Levante. Dalle ore 15, poi, si entra nel vivo dell’evento dedicato all’intera cittadinanza, con i bolidi che occuperanno interamente Corso Vittorio Emanuele per il raduno di auto e moto storiche di Old Cars Club. Per l’intero pomeriggio di domenica, tra musica e divertimento con gli speaker ufficiali del Gran Premio, la principale arteria della movida barese farà da cornice alle sfilate dei motori d’epoca, a cui si aggiungeranno quelle delle auto moderne del Porsche Club Puglia e del Ferrari Club Italia. A seguire, alle ore 19, tutte le auto partecipanti effettueranno un giro di ricognizione del circuito e, alle 21, in piazza Prefettura, grande apertura della 7^ Rievocazione del Gran Premio di Bari con il saluto del Sindaco di Bari, Antonio Decaro, la presentazione delle vetture e l’avvio della notturna.

L’ultima giornata la rievocazione del Gran Premio di Bari entra nel vivo lunedì 25 aprile alle 9, con l’Inno di Mameli, il trasferimento delle auto sul circuito. Alle 9.30 partirà la prima delle tre manches. A partire da Piazza Prefettura, il circuito abbraccerà tutto il borgo antico di Bari e offrirà ai partecipanti la possibilità di sfilare in piena sicurezza, grazie alle “chicane” (curve obbligate): un concentrato adrenalinico ed emozionante per equipaggi e spettatori, che potranno riassaporare il ricordo dello storico tracciato del Gran Premio di Bari, che si correva alle massime velocità della Formula 1 di allora.

Dopo decenni, torna l’antico pellegrinaggio della domenica in Albis al santuario della Madonna Abbasc. Una tradizione che, a Mottola, è andata avanti sino ai primi anni del ‘900 e che sarà possibile rivivere domenica prossima, 24 aprile, con tutta la sua forza di fede e suggestione. «È l’ultimo atto della ritualità che ci lega alla Settimana Santa - spiega il priore della Confraternita del Carmine, Vito Greco- in cui festeggiamo l’ottava di Pasqua, un appuntamento da sempre molto sentito da tutti i mottolesi. Quest’anno la statua della Madonna sarà portata a piedi, per circa 4 km, sino al santuario a lei dedicato. Ci saranno i Confratelli e le Consorelle senza gli abiti confraternali, ma come comuni pellegrini. Tutti pronti ad unirci alla folla di fedeli che vorrà percorrere con noi questo itinerario simbolico. L’idea era già nata all’inizio della pandemia: alla Madonna invochiamo la fine definitiva di questa emergenza Covid e a lei ci rivolgiamo per chiedere la risoluzione del conflitto tra Russia e Ucraina e il dono della pace». Proprio per questa ragione, chiunque vorrà potrà reggere le sdanghe: non solo i Confratelli, ma tutti i devoti.

Musei e arte

In occasione della festa della Liberazione, lunedì 25 aprile, Castelli, Musei e Parchi Archeologici saranno aperti al pubblico con alcune rimodulazioni di orario e secondo il consueto piano tariffario. Con la Puglia Musei Card, è possibile acquistare al costo di 12 euro, un ingresso illimitato per 6 mesi in più centri e motori della cultura regionale: il Museo Nazionale Archeologico e Castello di Manfredonia, Parco Archeologico di Siponto, Museo Archeologico Nazionale di Canosa, Antiquarium e Parco Archeologico di Canne della Battaglia, Castello Svevo di Trani, Castel del Monte, Galleria Nazionale della Puglia “Devanna” di Bitonto, Castello Svevo di Bari, Museo Nazionale Archeologico di Altamura, Museo Archeologico Nazionale e il Castello di Gioia del Colle, Parco Archeologico di Monte Sannace, Museo Archeologico Nazionale “Giuseppe Andreassi” e Parco Archeologico di Egnazia, Castello di Copertino.

Se questa lista non vi soddisfa, ecco altre idee. A Lecce, si può visitare l’anfiteatro romano, in pieno centro, dalle 10 alle 13. A Taranto c'è il museo archeologico nazionale MarTa: oltre agli splendidi ori, divertitevi con la mostra “figitale” – a metà strada fra reale e digitale – “Taras e i doni del mare”. A Brindisi per il 25 aprile si può visitare il Castello Alfonsino sul mare. E ovviamente non si può non citare la mostra che sta catturando tutte le attenzioni: al teatro Margherita di Bari prosegue “Banksy – Realismo capitalista”.

 

Ultimo aggiornamento: 19:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA