Variante Delta, nuovo picco in Gran Bretagna: 48.553 casi in un giorno, 63 i morti

Variante Delta, nuovo picco in Gran Bretagna: 48.553 nuovi casi, 63 i morti
​Variante Delta, nuovo picco in Gran Bretagna: 48.553 nuovi casi, 63 i morti
4 Minuti di Lettura
Giovedì 15 Luglio 2021, 18:41 - Ultimo aggiornamento: 18:51

Con la variante Delta ormai prevalente la Gran Bretagna fa regitrare un nuovo picco di contagi. Sono 48.553 i nuovi casi di Covid nel Regno Unito nelle ultime 24 ore, il livello più alto da gennaio. I morti sono 63, il più alto aumento giornaliero dal 26 marzo. Lo riporta il sito ufficiale del governo britannico Gov.UK. Il bilancio delle vittime del virus nel Regno Unito è di 128.593.

Variante Delta, la mappa del contagio in Europa (Ecdc): Spagna e Olanda "rosso scuro", la Francia verso il giallo 

 

Ricciardi: aumento casi anche per Wembley 

«In questo momento noi stiamo preparando l'autunno: è chiaro che se facciamo circolare il virus in modo incontrollato il virus sarà problematico e torneranno a salire anche le ospedalizzazioni, come sta succedendo in Gran Bretagna. Anche se non ci sono le ospedalizzazioni dell'anno scorso, perché comunque gran parte della popolazione è vaccinata, di fatto stanno salendo. Ieri ci sono stati 43.000 casi in un giorno, anche in conseguenza delle scene che abbiamo visto a Wembley e nel resto del Paese. E da ieri sta cominciando a salire di nuovo anche la pressione sugli ospedali». Così ad Agorà Estate Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute Roberto Speranza e ordinario di Igiene e Sanità Pubblica all'Università Cattolica di Roma, rispetto ai rischi di far circolare in modo incontrollato la variante Delta che sta creando numerosi problemi Oltremanica. «Inoltre in Gran Bretagna - ha aggiunto - sta succedendo un'altra cosa nuova: a causa della diffusione della variante Delta stanno cominciando a salire anche il numero degli operatori sanitari vaccinati che vengono contagiati, ovvero in cui la variante Delta buca il vaccino. E questi operatori, anche se non finiscono ricoverati, sono comunque costretti ad assentarsi dal loro posto di lavoro e questo è un altro problema». Un problema che per Ricciardi nel nostro Paese non possiamo permetterci ora, «perché abbiamo già un servizio sanitario debilitato e nel momento in cui hai operatori sanitari infetti non puoi assistere in modo corretto i malati, sia Covid che non».

 

Variante Delta, dalla Spagna alla Grecia: ecco i Paesi più a rischio. La Farnesina: «Pericolo di rimanere bloccati all'estero»

Gb, allarme per l'inverno: rischio combinazione Covid-influenza

Allarme in Gran Bretagna per le possibili conseguenze di una combinazione dei virus stagionali, come l'influenza, il virus respiratorio sinciziale e il Sars-Cov-2, combinazione esplosiva che rischia, il prossimo inverno, di mettere in ginocchio il National Health Service (Nhs) e provocare dai 15mila ai 60mila decessi. Lo scorso inverno, le restrizioni per il covid, che verranno del tutto sollevate nei prossimi giorni, hanno bloccato la diffusione dell'influenza che inevitabilmente tornerà il prossimo inverno. A questo, si sommano i ricoveri pregressi accumulati con l'emergenza covid, con oltre 5 milioni di persone attualmente in lista d'attesa di un intervento in Inghilterra.

Green pass, dai bus ai viaggi: quando servirà. Ma il governo frena su bar e ristoranti

© RIPRODUZIONE RISERVATA