Riaprono i parchi ma slittano i mercati. E da oggi Ztl attive e si torna a pagare la sosta

Lunedì 18 Maggio 2020 di Francesca SOZZO
Ci siamo. Lecce riparte e il tanto annunciato 18 maggio è arrivato. Si alzano le saracinesche dei negozi, dei parrucchieri, dei centri estetici, di pub, ristoranti. E si aprono i cancelli dei parchi. Da questa mattina infatti saranno fruibili i tre parchi della città, Villa Comunale, Coni e Belloluogo, aperti dalle 8.30 alle 18.30. Ma si accederà su prenotazione e con un codice di accesso che viene fornito dalla piattaforma messa a punto da Parkforfun.

I PARCHI
La procedura è semplice e intuitiva, per ottenere il ticket di accesso al parco: basta accedervi dal sito del Comune («La piattaforma - ha spiegato il sindaco in tarda serata - non è ancora messa a punto alla perfezione. Mi raccomando di utilizzarla al momento solo da pc e non anche da dispostivo mobile. Ci sono ancora alcuni refusi che saranno risolte in breve tempo. Mi assumo la responsabilità di questo inconveniente in procedura»), iscriversi e scegliere il parco, la fascia oraria desiderata per ottenere un codice di accesso che si deve presentare all'ingresso. Si dovrà comunicare il numero dei componenti che usufruiranno dell'ingresso del parco. E sarà prevista una capienza massima oraria «per evitare assembramenti», ha detto il sindaco Carlo Salvemini. Coloro che non hanno la possibilità di utilizzare la tecnologia per accedere alla piattaforma può farlo attraverso un numero help desk - 0832 726778 - , chiamando il quale si potrà ottenere il proprio codice di prenotazione da presentare all'ingresso del parco. All'ingresso delle aree verdi, fanno sapere da Palazzo Carafa, sarà presente il personale della Protezione Civile, insieme a Lupiae Servizi, che gestirà l'ingresso contingentato.
«Per questa prima settimana - ha detto il sindaco - la fruizione dei parchi è limitata ad un tempo massimo di un'ora, ma l'amministrazione comunale è orientata ad allargare il tempo massimo di fruizione dei parchi dopo la prima sperimentazione».

I MERCATI
Slitta invece l'apertura dei mercati non alimentari. Venerdì 22 riprenderà il mercato bisettimanale di via Bari. Un rinvio necessario dovuto all'impossibilità da parte dell'amministrazione comunale di mettere in pratica i protocolli di sicurezza previsti e in capo alle amministrazioni comunali. «Come anticipato - ha detto Salvemini - ribadisco che il mercato di via Bari per la vendita non alimentare potrà riprendere l' attività il 22 maggio». Intanto questa mattina alle 7, gli operatori del mercato metteranno in scena una protesta simbolica: occuperanno pacificamente gli stalli a loro destinati senza vendere la merce. Un gesto di denuncia nei confronti di un annuncio che considerano «disatteso» dopo l'incontro avuto la scorsa settimana a Palazzo Carafa con il sindaco Salvemini e l'assessore alle Attività Produttive Paolo Foresio. Oggi invece, nella sede dell'assessorato Attività Produttive, l'assessore e il sindaco incontrerà una delegazione di commercianti di Piazza Libertini al fine di definire la ripresa del mercato giornaliero in base alle prescrizioni anti-Covid.

LA SOSTA
E da oggi tornano la sosta a pagamento e le telecamere della Ztl. Da oggi il centro storico tornerà ad essere off limits alle auto con i varchi in funzione dalle 21 alle 6 nei giorni feriali e h24 la domenica e nei festivi.
Chi invece cercherà un parcheggio in città, da oggi dovrà tornare a pagare il grattino. I parcometri infatti sono tornati a funzionare perché Palazzo Carafa ha deciso di revocare tutti i provvedimenti legati alla viabilità cittadina, e adottati durante il lockdown per facilitare gli spostamenti in città. Il ritorno del grattino potrebbe agevolare anche l'utilizzo del trasporto pubblico locale che pure dovrà rispettare le misure di sicurezza.
Ma tant'è. Buone notizie per chi ha acquistato un abbonamento Sgm per il parcheggio: la validità degli abbonamenti mensili emessi prima del 13 marzo sarà prolungata per un periodo di tempo pari a quello residuo non utilizzato al momento della sospensione. In particolare, i ticket mensili cartacei da 20, 40, e 80 euro emessi a marzo 2020, avranno validità fino al 31 maggio. Tuttavia il ricalcolo del termine di scadenza tiene conto della data di acquisto, dell'ultimo giorno di validità e ovviamente della sospensione dei parchimetri. Sul sito Sgm è possibile consultare la tabella con le nuove date.
© RIPRODUZIONE RISERVATA Ultimo aggiornamento: 09:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA