Nardo, lavori quasi finiti: a gennaio sarà pronta la piscina semiolimpionica

Nardo, lavori quasi finiti: a gennaio sarà pronta la piscina semiolimpionica
di Giuseppe TARANTINO
3 Minuti di Lettura
Martedì 11 Ottobre 2022, 21:11

La lunga attesa sta per finire: a gennaio 2023 finalmente Nardò avrà la sua piscina. Rush finale per i lavori di realizzazione dell’impianto semiolimpionico della Icos Sporting Club, in via Carlo Alberto Dalla Chiesa. A due anni esatti dall’apertura del cantiere, uomini e mezzi dell’impresa “Petito Prefabbricati srl” sono all’opera per la posa di rivestimenti, pavimentazioni, infissi, allacci alle reti idrico-fognante, elettrica e metano e altre rifiniture, ultimi particolari che consentiranno di completare l’impianto sportivo all’avanguardia, da 2700 metri quadri di copertura, che avrà al suo interno anche la piscina attesa da generazioni di neritini.

Il progetto


L’investimento, da oltre 4,6 milioni di euro, è della Icos Sporting Club srl, società sportiva tra le più prestigiose in Italia, che ha realizzato la piscina a Lecce e in tante altre città pugliesi. Il progetto architettonico preliminare è stato redatto dall’ingegnere Walter Mirarco e dal geometra Antonio Filoni, il progetto esecutivo dagli ingegneri Fabrizio Lecciso e Claudio Vito Barriera.
La Icos Sporting Club ha acquisito la proprietà dei terreni a novembre 2016 e ha presentato il progetto al Comune di Nardò a luglio 2017. Successivamente ha ottenuto i pareri necessari, tra cui quello della commissione Impianti Sportivi del Coni, e ha definito una serie di accordi di carattere tecnico con l’amministrazione comunale, propedeutici al passaggio del progetto in Consiglio comunale ad agosto 2018.

Le aree


Il complesso sportivo, che coniuga sport e benessere, è suddiviso in sei aree, che ospiteranno innanzitutto due piscine per il nuoto a livello amatoriale e agonistico (una delle due è una vasca semi-olimpionica a otto corsie) e per attività ricreative come acquagym, idrobike e altro. L’impianto natatorio è dotato di tribune che possono ospitare sino a 190 accompagnatori. All’interno del piano vasche nascerà un termario costituito da due piccole vasche con soffioni idromassaggio e docce emozionali. Quest’area si completa con un piccolo spazio relax, una sauna, un bagno turco e due box per i massaggi.

Il progetto prevede poi un locale deposito, uno dedicato al pronto soccorso, uno agli spogliatoi, una hall di ingresso e una segreteria. Saranno realizzate anche 4 sale fitness, per una superficie complessiva di 474 metri quadri, dotate di spogliatoi per atleti e servizi igienici ad uso esclusivo. All’esterno sono previsti camminamenti, tre accessi diversi al lotto (tra cui uno pedonale), zone per il parcheggio, rastrelliere per le biciclette e un’area verde. Tutto il complesso edilizio, infine, è dotato di rampe di accesso, percorsi e servizi igienici con caratteristiche e dimensioni idonee all’utilizzo da parte di disabili. «Ho chiacchierato a lungo con Marco Macchitella, titolare della Icos, imprenditore illuminato, che ha deciso di investire nella nostra città - ha detto il sindaco Pippi Mellone - Siamo alle rifiniture finali per tagliare il nastro di un traguardo storico per la città».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA