Il Comune ripara le strade dopo gli incidenti: 140mila euro di risparmi

Il Comune ripara le strade dopo gli incidenti: 140mila euro di risparmi
«Il nuovo servizio ci consentirà di risparmiare fino a 140mila euro in tre anni, ma al tempo stesso garantirà più velocemente il rifacimento delle strade danneggiate».
Novità in arrivo per la rete viaria a Lecce. Ieri mattina la Giunta ha approvato la delibera per l’affidamento dei servizi di ripristino delle condizioni di sicurezza stradale. Palazzo Carafa è alla ricerca di una società esterna che si faccia carico dei lavori sulle strade della città compromesse a seguito del verificarsi di incidenti stradali.
Una piccola “rivoluzione”. Fino a oggi l’amministrazione non disponeva di questo servizio e gli interventi sulle strade danneggiate da sinistri erano affidati all’occorrenza agli operatori della Lupiae Servizi.
Il Comune prova a “sgravarsi” di questo onere, affidandolo per tre anni a una società specializzata da individuare tramite bando - l’incarico di redigere l’avviso pubblico è affidato al dirigente del settore Polizia Municipale - in modo da tagliare le spese, ma non la qualità del servizio che, invece, dovrebbe essere più celere e tempestivo. Una soluzione pensata per rimettere in sesto il prima possibile la rete viaria della città, già fortemente compromessa dalle numerose buche e avvallamenti provocati dalle ultime piogge.
«Con questa innovazione riusciremo a fare meglio con minori risorse a carico dei cittadini. Infatti, sulla base delle stime effettuate dagli uffici l’affidamento di questo servizio consentirà al Comune di Lecce di risparmiare tra i 100mila e i 140mila euro in tre anni - dichiara l’assessore alla Polizia Municipale e alla Sicurezza, Sergio Signore - e a questo risparmio corrisponderà un servizio nuovo ed efficiente che garantirà in maniera più immediata la sicurezza di automobilisti e pedoni e il ripristino degli spazi pubblici danneggiati».
 
Nessun onore di carattere economico per il Comune, quindi, in quanto l’operatore scelto potrà beneficiare del recupero di quanto sostenuto per il ripristino post incidente nei confronti delle compagnie assicurative dei proprietari dei veicoli responsabili degli incidenti stradali.
Tre saranno le tipologie di intervento che caratterizzeranno il nuovo servizio.
I primi sono lavori “standard” ovvero di ripristino della sicurezza stradale e della viabilità mediante bonifica con mezzi e prodotti idonei - con aspirazione dei liquidi riversati sul manto stradale, recupero dei detriti solidi, non biodegradabili, dispersi sul manto stradale, relativi all’equipaggiamento dei veicoli - e di ripristino della segnaletica stradale, orizzontale e verticale e di altre strutture per la sicurezza della circolazione veicolare. Previsti, poi, interventi “con perdita di carico”, ossia l’attività di ripristino con la perdita di carico da parte dei veicoli trasportanti coinvolti, attraverso l’attuazione di ogni attività necessaria, e infine i casi di “intervento senza individuazione del veicolo responsabile” eseguiti in assenza del veicolo responsabile. In questo caso il costo sarà a carico della ditta aggiudicataria.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Mercoledì 14 Marzo 2018 - Ultimo aggiornamento: 12:09