Ex Enel pronto entro un anno, i lavori sono in corso: svolta in arrivo per i parcheggi

Mercoledì 16 Settembre 2020 di Stefania DE CESARE
«Entro il 2021 aprirà ex Enel, a breve invece si sbloccherà l'iter per l'avvio del cantiere ex Massa». Novità in arrivo dal fronte parcheggi. Il sindaco di Lecce Carlo Salvemini detta i nuovi tempi per la realizzazione dei due progetti per la sosta cittadina più attesi, che metteranno a disposizione del capoluogo salentino numerosi posti auto, fondamentali in una città da sempre orfana di stalli blu. «Quando ci siamo insediati non abbiamo trovato nessuna bussola ma abbiamo dovuto costruirla pezzo dopo pezzo con un lavoro impegnativo - ha affermato il sindaco Carlo Salvemini durante la conferenza di presentazione del programma per la Settimana Europea della Mobilità Sostenibile -. Abbiamo scritto il nuovo piano di esercizio del trasporto pubblico locale e avviato le procedure per la nuova società di trasporto pubblico. Abbiamo ridefinito il regolamento dell'accesso alle zone a traffico limitato della città, prevedendo nuovi criteri di individuazione degli aventi diritto in modo da proteggere l'area vulnerabile della città, e che siamo pronti a mettere in esercizio a breve. Abbiamo ridefinito il piano della sosta che tiene conto di nuovi spazi che si andranno ad aprire».

Tra questi c'è il mega parcheggio interrato ex Enel: dopo alcune rallentamenti, causati dall'emergenza sanitaria, i lavori per la realizzazione dei circa 700 posti auto procedono senza sosta: «Il cantiere è stato riattivato, si stanno facendo i lavori di impermeabilizzazione della piastra per evitare infiltrazioni acqua. Poi si completeranno anche gli interventi per la validazione da parte dei Vigili del Fuoco dei livelli interrati 2 e 3. Il parcheggio sarà aperto alla città il prossimo anno, si spera entro il primo semestre 2021».

Novità anche per il cantiere di piazza Tito Schipa: «Stiamo procedendo all'approvazione della variante architettonica del progetto che darà il via all'iter per la presentazione del progetto esecutivo, entro 6 mesi, con il quale si avvierà il timer dei lavori all'interno del cantiere». Il progetto della ditta De Nuzzo prevede la costruzione di un parcheggio interrato di tre piani per un totale di 488 posti auto. L'entrata si affaccerà sulla parte della piazza che costeggia via Orsini del Balzo. Sul prospetto verrà installata la tettoia Liberty, realizzata nel 1898 su disegno dell'ingegnere Pasquale Ruggieri, che ha abbellito il mercato coperto finché nel 1981 non è stata smantellata. Sarà ricostruita con tutti i suoi 16 plinti e i suoi 15 varchi. «In questi mesi abbiamo portato avanti anche altri progetti - ha aggiunto il sindaco -. Abbiamo preparato il piano della mobilità attiva cioè ciclistica e pedonale. Nel frattempo la città si è dotata di progetti per il potenziamento della rete ciclabili. Tra i principali c'è quello per la realizzazione della rete ciclabile che unirà la stazione ferroviaria, il Palasport via Merine, il parcheggio di interscambio Settelacquare, le Mura Urbiche, l'ex Foro Boario e Borgo San Nicola e poi la pista ciclabile di collegamento dal Parco di Belloluogo al parco archeologico di Rudiae e la pista ciclabile lungo viale Giovanni Paolo II».

Ancora, sui servizi di sharing: «Oltre all'arrivo dei nuovi monopattini sarà attivato il free floting con mobilità a pedala assistita - ha concluso il sindaco -. A guardare avanti c'è un traguardo da raggiungere, non vicinissimo ma guardando indietro si vede quante cose sono state fatte. Non credo nella pianificazione che immagina le leve della mobilità come la pancia di un aeroplano, che vengono attivate tutte insieme con l'accensione del motore. La pianificazione della mobilità deve tener conto di una serie di acquisizioni, risultati e maturità. Stiamo lavorando mettendo questi tasselli sul tavolo». Ultimo aggiornamento: 10:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA