Lo prende a bastonate, lo lascia in una pozza di sangue e va al bar a bere una birra

Venerdì 28 Agosto 2020
Lo prendono a bastonate fino a farlo svenire e, all'arrivo, i carabinieri e il personale del 118 lo trovano vicino casa, incosciente, riverso in una pozza di sangue. E' accaduto a Supersano lunedì sera, quando i militari dell'Arma, stazione di Ruffano, hanno arrestato in flagranza di reato una donna, 43 anni che dopo aver picchiato a sangue una persona, è andata al bar di una stazione di servizio, tranquilla, a sorseggiare una birra in compagnia di un amico. Anche per lui, inizialmente, era scattato l'arresto, che non è stato però convalidato: l'uomo, infatti, è risultato estraneo al fatto.

La donna, di Aradeo, conviveva con il 62enne e, stando alle testimonianze rese dai vicini, non sarebbe nemmeno stata la prima volta che si verificavano, in quella casa, liti violente. La vittima è stata accompagnata all'ospedale di Casarano, non è in pericolo di vita, ma ha rimediato diverse fratture, anche alle costole. 
  Ultimo aggiornamento: 29 Agosto, 07:54 © RIPRODUZIONE RISERVATA