L'ateneo del futuro, un "cubo" al Campus Biomedico: lezioni e laboratori immersi nel verde

Giovedì 28 Ottobre 2021 di Mario Fabbroni
cubo_campus biomedico_roma

Trigoria ha un nuovo “Cubo”. Si tratta del nuovo edificio della didattica dell’Università Campus biomedico di Roma, collocato su una superficie di circa 10.000 metri quadrati e una dotazione di verde pubblico di 38.000 mq. I lavori sono partiti a giugno, nell’area tra il policlinico universitario e il polo di ricerca avanzata in Biomedicina e Bioingegneria. L’edificio sarà fruibile per l’anno accademico 2022-2023. 


La posa della prima pietra è stata celebrata in una cerimonia alla quale hanno partecipato il presidente Felice Barela e il rettore Raffaele Calabrò, il presidente Cbm spa Giuseppe Garofano, il direttore generale Domenico Mastrolitto, il governatore Nicola Zingaretti, Gianni Letta e il ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti (con un video intervento). La riqualificazione territoriale sostenibile è al centro del progetto di ampliamento grazie al piano di sviluppo “Più Campus” che porterà al raddoppio delle strutture dell’ateneo dedicate alla didattica, alla ricerca, all’assistenza medica. 

 

Domenico Mastrolitto, direttore generale del Campus Biomedico


Il DG Mastrolitto auspica: «Siamo qui per la cerimonia di posa della prima pietra di una grande infrastruttura verde e sostenibile. Ci piacciono le prime pietre ma anche le ultime, per cui non vediamo l’ora di riempire questi edifici di persone che si prenderanno cura dei malati e porteranno avanti la ricerca scientifica». «Negli ultimi cinque anni il nostro ateneo ha visto una forte crescita dell’offerta formativa e del numero di studenti che partecipano attivamente alla vita universitaria - ha spiegato il Rettore - passando dai 1.700 agli oltre 2.200 attuali».

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 14:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA