Daniel Guerini, in migliaia ai funerali. Lo striscione della Nord: «Roma lo cullava in braccio ar sonno»

Giovedì 1 Aprile 2021
Daniel Guerini, in migliaia ai funerali. Lo striscione della Nord: «Roma lo cullava in braccio ar sonno»

In migliaia tra conoscenti, familiari, amici e semplici cittadini romani hanno salutato per l'ultima volta Daniel Guerini, il giovane calciatore di 19 anni della Primavera della Lazio scomparso il 24 marzo scorso in un incidente stradale. «Quanno a sera s'addormenta er monno, Roma lo cullava in braccio ar sonno... Ciao Daniel», il gigantesco striscione della Curva Nord per Daniel fuori la chiesa di San Giovanni Bosco (quartiere Don Bosco).

 

 

 

Circa tremila palloncini biancocelesti hanno accompagnato l'ingresso del feretro, dipinto con i colori sociali del club e la scritta «Ciao Guero». Distribuite anche magliette per omaggiare il calciatore. Presenti migliaia di persone e, oltre a familiari e amici, anche la prima squadra della Lazio, con Lotito, Tare, De Martino, Inzaghi, Peruzzi, Lulic, Cataldi, Reina, Armini, Correa, Parolo e tutta la Primavera. Ed ancora le giovanili della Roma ed il presidente del Torino- altro club in cui ha militato Guerini - Urbano Cairo.

 

 

 

Alla cerimonia hanno partecipato la squadra Primavera della Lazio e una delegazione della prima squadra biancoceleste, oltre a una folta rappresentanza del Torino, ex squadra del diciannovenne: con il presidente, Urbano Cairo e il figlio Federico, amico di Guerini con cui aveva anche giocato alcune partite, era presente il responsabile del settore giovanile granata, Massimo Bava.

Ultimo aggiornamento: 15:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA