Peschiera Borromeo: comandante dei carabinieri morto di covid, aveva 47 anni

Lunedì 19 Aprile 2021
Comandante dei carabinieri morto di covid: aveva 48 anni

L'Arma dei Carabinieri piange l'ennesimo carabiniere stroncato dal Covid-19. E' il Maresciallo Maggiore Stefano Capenti che è deceduto dopo aver contratto il virus e aver lottato per diverso tempo. Era comandante della stazione di Peschiera Borromeo in provincia di Milano. Oggi si sono svolti i funerali alla presenza dei colleghi commossi.

 

«Stefano, 47 anni, marchigiano, è stato accolto tra le fila dell'Arma nel 1994 quale Allievo Carabiniere Ausiliario - si legge un una nota dei carabinieri - Nel 1998 ha frequentato il Corso Biennale Allievi Marescialli e, nel nuovo status, ha prestato servizio prima presso il 2ø Battaglione Carabinieri Liguria e poi alla Stazione Carabinieri di Peschiera Borromeo (Mi), diventandone Comandante nel 2018. La sua professionalità vivrà per sempre nella memoria dei colleghi e dei cittadini per cui era sicuro punto di riferimento, avendo servito il suo Paese con umiltà, passione e impegno. Lascia la moglie e un figlio di 16 anni».

 

Il Comandante Generale Teo Luzi, con tutta la famiglia dell'Arma dei Carabinieri, si unisce al dolore dei familiari e di tutti coloro che lo hanno conosciuto, stimato e amato.

Ultimo aggiornamento: 19:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA