Fano: senza mascherina, tossisce sui clienti al supermercato e aggredisce gli agenti. Nigeriano arrestato, sarà rimpatriato

Lunedì 29 Marzo 2021
Senza mascherina, tossisce sui clienti al supermercato e aggredisce gli agenti: arrestato, sarà rimpatriato

Era entrato in un supermercato senza mascherina e ha iniziato, senza motivo, a tossire sui clienti in fila alla cassa. Una volta che i dipendenti avevano chiamato la polizia, un 26enne nigeriano è fuggito. Rintracciato, ha aggredito gli agenti ma alla fine è stato arrestato e condannato: ora si attende il prossimo volo utile per il rimpatrio.

 

Leggi anche > "Ho fatto qualcosa di irreparabile": Mattia scompare a 21 anni, una città intera lo cerca

 

È accaduto a Fano (Pesaro e Urbino), all'interno di un supermercato della catena Eurospin. Il 26enne si era dileguato dopo le proteste del personale ed era stato trovato dalla polizia nei pressi del terminal autobus della stazione ferroviaria. Alla richiesta di documenti, il giovane ha reagito, aggredendo i poliziotti con pugni e calci. In pochi attimi è stato immobilizzato e dichiarato in arresto per violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale e per false dichiarazioni sulle propria identità personale.

 

Sottoposto a tampone molecolare per il Covid-19, è risultato negativo e questo ha tranquillizzato il personale ed i clienti del supermercato, timorosi di esser stati contagiati. Oggi si è svolta l'udienza di convalida a cui è seguito il processo con la condanna dello straniero ad un anno e dieci mesi di detenzione, pena sospesa. È stato disposta l'autorizzazione alla sua espulsione dall'Italia ma in questo momento non sembrano esserci voli a disposizione. Così il 26enne è tornato libero.

Ultimo aggiornamento: 30 Marzo, 12:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA