Maltempo, il ciclone Apollo arrivato in Sicilia: allerta rossa e invito a non uscire. Paesi evacuati tra Siracusa e Catania

La Protezione civile regionale ha emesso per domani un nuovo avviso di allerta rossa per le province più interessate dal ciclone Apollo

Maltempo, il ciclone Apollo in Sicilia: allerta rossa e invito a non uscire
Maltempo, il ciclone Apollo in Sicilia: allerta rossa e invito a non uscire
6 Minuti di Lettura
Venerdì 29 Ottobre 2021, 17:33 - Ultimo aggiornamento: 19:15

Continua la violentissima ondata di maltempo che ha colpito la Sicilia. La Protezione civile regionale ha emesso un nuovo avviso per domani di allerta rossa per le province più interessate dal ciclone Apollo, quelle di Catania, Ragusa e Siracusa, dove la situazione già adesso è drammatica. È allerta arancione per la Sicilia centrale e gialla, invece, per quella occidentale.

Leggi anche > I banchi a rotelle nelle scuole? Gettati e destinati al macero: la foto fa il giro del web

Piogge torrenziali e raffiche di vento violentissime in particolare sulle province di Ragusa e Siracusa, dove non sono mancati allagamenti specialmente in città: è quanto sta provocando Medicane, il ciclone mediterraneo che si è abbattuto con i suoi effetti sulla Sicilia orientale.

L'occhio di Apollo resta in mare aperto, ma l'uragano mediterraneo, il Medicane, marca la sua presenza sulla Sicilia con forti venti, pioggia battente e mareggiate. Travolge soprattutto la provincia di Siracusa, e Augusta in particolare, dove sono caduti 150 millimetri di pioggia: la città è isolata a causa delle strade di comunicazione allagate, con le onde si alzano per oltre quattro metri e con circa 80 famiglie bloccate a casa dall'esondazione del torrente Porcaria. A Floridia una persona è stata salvata da una macchina travolta dal canale San Demetrio. Allagato anche il santuario della Madonna delle Lacrime mentre un grosso albero è crollato nell'area archeologica di Siracusa. Apollo si fa sentire e si rivedono, in parte, le scene già viste a Catania: strade come fiumi e piazza allagate che sembrano laghi. L'invito pressante del presidente della Regione, Nello Musumeci, e dei sindaci, è sempre lo stesso: «Massina cautela, restate a casa».

 

Diverse zone allagate e paesi evacuati. Gli esperti non sono ottimisti. «Il ciclone che ieri sera si è abbattuto sulla Sicilia è stato battezzato Apollo dall’aeronautica militare, si è sviluppato a partire dal 24 ottobre al largo tra Libia e Tunisia e si è approfondito fino a diventare abbastanza intenso tra il 25 e il 26, seguito da una fase di indebolimento. Da ieri pomeriggio è in corso un nuovo processo di irrobustimento, e si discute se si tratti o meno di un ciclone tropicale, ma credo che in questa fase sia più importante stabilire i potenziali rischi e agire di conseguenza». Lo spiega all’Agi Claudio Cassardo, docente di Fisica dell’atmosfera presso l’Università di Torino, commentando l’uragano formatosi nello Ionio che ha raggiuto la Sicilia.

«Per classificare un ciclone come tropicale - afferma l’esperto - ci sono alcune caratteristiche da considerare. Ad esempio, un ciclone o una depressione tropicale è tale quando il vento mediato sui 10 minuti ha un’intensità minima di 59 nodi, in caso di barotropia, cioè quando il minimo si trova nella parte bassa e media della troposfera, e se presenta un 'occhiò al centro della singolarità». Il sistema Apollo attualmente presenta almeno due di queste caratteristiche, vale a dire l’occhio che si sta sviluppando, e la barotropia.

 

MALTEMPO SICILIA: LA SITUAZIONE IN TEMPO REALE

Augusta, nel Siracusano, è isolata da questa mattina. Gli ingressi della città sono completamente allagati. «E la situazione purtroppo peggiora - dice il sindaco Giuseppe Di Mare -. Il maltempo ci ha dato tregua solo mezz'ora. Ma adesso piove ancora e si è alzato vento. Possono transitare solo i pullman. Alle 11 avevo un dato ufficiale di 120 mm di acqua caduta. Adesso mi dicono ufficiosamente che siamo a 160 mm. Gli allagamenti sono ovunque. Sono vicino al lungomare Rossini e vedo onde alte quattro metri legate al forte vento che si sta alzando. Stiamo monitorando le criticità. Il mio è un appello ai cittadini a restare a casa».

FAMIGLIE ISOLATE

Sono circa 80 le famiglie isolate dall'esondazione del torrente Porcaria, nel territorio di Augusta. La pioggia in questo momento sta diminuendo ma per domani è prevista sempre allerta rossa. È stata liberata la via di accesso alla città, ma rimangono problemi in uscita, a causa, fra l'altro, dell'impraticabilità di via delle Saline. La viabilità per il villaggio di Brucoli è stata ripristinata. Come riferisce la Prefettura, a Floridia una persona è stata tratta in salvo da una macchina travolta dal canale San Demetrio. Mentre a causa della tracimazione del fiume Mortellaro, nei pressi della provinciale 104 per Fontane Bianche, è stato necessario un intervento di messa in sicurezza degli ospiti dell'Arenella resort. Rimane ancora chiusa la strada statale 114 all'altezza dello svincolo per Cava Sorciaro e sospesa la circolazione ferroviaria anche a causa dell'allagamento della stazione di Siracusa. E - Distribuzione ha eseguito 207 interventi, e ne sono in corso ancora 63, in alcuni casi con il supporto logistico del Corpo forestale regionale. A Portopalo di Capo Passero, la Guardia Costiera è intervenuta per arginare lo sversamento in mare di olio proveniente dall'isola ecologica.

CASA IN MEZZO ALL'ACQUA

I vigili del fuoco hanno effettuato un soccorso con un gommone per salvare un uomo ed il suo cane in una villetta in contrada Benalì, a Tivoli, zona sud di Siracusa. La casa è stata totalmente circondata dall'acqua, e così l'uomo ha chiamato il centralino dei vigili per chiedere aiuto. In totale da questa mattina il personale della Protezione civile di Siracusa ha disposto l'evacuazione di otto persone, le cui case erano impraticabili. I vigili del fuoco si sono recati anche ad Avola per l'allagamento di un'abitazione. 

MALTEMPO: CATANIA,DOMANI SCUOLE CHIUSE,NEGOZI APRONO ALLE 14

Scuole chiuse sabato a Catania per l'allerta meteo rossa. Lo prevede un'ordinanza che sarà firmata nelle prossime ore dal sindaco Salvo Pogliese. Resteranno chiusi anche i mercati all'aperto, mentre per tutti gli altri esercizi commerciali verrà disposta d'intesa con la Prefettura l'apertura posticipata alle 14. Il provvedimento non sarà valido per gli esercizi 'essenzialì, compresi alimentari e attività di somministrazione di cibi e bevande, che rispetteranno i loro normali orari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA