New York, passeggeri si sentono male: aereo da Dubai in quarantena al JFK

NEW YORK – Febbre a 40, tosse convulse: questi i sintomi che hanno scatenato l’allarme a bordo del volo Emirates 203 diretto da Dubai a New York. Molti passeggeri si sono sentiti male durante il viaggio. E quando l’aereo, un A388 con a bordo circa 500 passeggeri, è atterrato a New York, alle 9:18 ora locale, è stato circondato da ambulanze e dalle squadre "hazmat" (cioè specializzate in «hazardous material», materiali pericolosi).
 
 

L’airbus A380 è ufficialmente in quarantena. Finora le autorità non hanno fornito alcuna spiegazione. L’unica informazione è che circa 10 passeggeri si «sono sentiti violentemente male in volo» e sono stati trasportati in ospedale, con sintomi più gravi. «Numerosi altri passeggeri presentano gli stessi sintomi in forma più leggera e sono in questo momento curati in aereo, in attesa di decidere se trasportare anch’essi all’ospedale», ha detto il portavoce del sindaco di New York, Bill de Blasio.
 
I passeggeri malati sono stati sottoposti a esami da parte delle autorità del Centers for Diseases Control and Prevention. L'allarme - secondo ricostruzioni iniziali - sarebbe scattato in volo, quando almeno due persone sarebbero state colpite da febbre e decine di altre avrebbero iniziato a tossire: il pilota preoccupato avrebbe quindi allertato le autorità.
Emirates ha emesso un comunicato in cui si conferma che alcuni passeggeri si sono sentiti male in volo. La compagnia parla di «circa 10 passeggeri» che sarebbero stati presi sotto osservazioni dalle autorità sanitarie locali. Secondo la società «tutti gli altri passeggeri sbarcheranno tra breve». Emirates sostiene che «la sicurezza e la cura dei passeggeri è una priorità».

I Cdc (Centers for Disease Control and Prevention, centri per il controllo delle malattie) hanno confermato di «essere informati che il volo Emirates in arrivo a Jfk questa mattina portava alcuni passeggeri con una malattia non meglio specificata».

Secondo quanto riportato dalla tv Abc, almeno 100 dei passeggeri a bordo del volo Emirates si sono sentiti male e all'aeroporto Jfk sono stati soccorsi dalle autorità locali. I passeggeri malati sono stati sottoposti a esami da parte
delle autorità dei Centers for Diseases Control and Prevention.

Sembra, ma non è ancora accertato, che i passeggeri che presentano sintomi si fossero fermati alla Mecca.

Anche il sindaco di New York ha confermato che l’aereo è sotto quarantena. Presente sul posto anche una unità dell’antiterrorismo.

Una delle persone a bordo, Larry Cohen, ha twittato fotografie di decine di poliziotti e ambulanze, e ha scritto: «L’unica cosa che ci hanno detto è che ci sono dei passeggeri ammalati e che dobbiamo restare a bordo».

Un passeggero si è lamentato: «Un viaggio pessimo, era come viaggiare in un pronto soccorso. Non capisco come tante di queste persone abbiano avuto il permesso di salire a bordo».

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Mercoledì 5 Settembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 19:31
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti