Quattro morti e un ferito: la tragedia e la disperazione

Tragico incidente lungo la circonvallazione di Galatone, che dalla statale 101 conduce a Galatina, in provincia di Lecce. Una Golf che percorreva quel tratto di strada, a causa di un brusco sorpasso, è finita contro un camion della Ecoman Salento, fermo lungo il ciglio della strada perché gli operai erano intenti a potare degli ulivi.

Nell'impatto - avvenuto all'altezza dell'hotel Gala - sono morti in quattro: il conducente della Golf, Alessandro Liguori (44 anni), di Neviano, ma sposato ad Aradeo, e i tre operai che si trovavano a terra: si tratta di Pasquale Filieri, titolare dell'impresa e vicepresidente della locale Protezione Civile, 62 anni; Luigi Casaluci, 64 anni e Toni Mezzi, 44 anni. Sul luogo dell'incidente uno dei figli di Filieri, sposato e con una famiglia numerosa. Mezzi, invece, viveva da solo: i genitori risiedono in Svizzera dove lui è nato. Liguori, sposato, aveva una figlia di 19 anni. Faceva il meccanico alla Alfa Impianti di Galatone, all'uscita del paese. Gli mancava un chilometro per arrivare al lavoro. Poi l'impatto.

Ferito gravemente il quarto operaio, Gianni Benegiamo, che si trovava sul “cestello” - utile a raggiungere le parti più alte delle chiome degli alberi - e che ha rimediato un grave trauma cranico e toracico nella caduta improvvisa dal cestello: giudicato inizialmente in pericolo di vita, sarebbe stato operato e salvato grazie alla tempestività dei soccorsi.