Professoressa denuncia lo stupro di un'alunna 12enne: uccisa fuori dalla scuola

Venerdì 18 Settembre 2020 di Alessia Strinati
La prof uccisa

È stata uccisa dopo aver denunciato uno stupro. Vanesa Castillo è stata massacrata con 13 coltellate davanti al cancello della scuola Alto Verde, a Santa Fe, dove insegnava, dopo aver testimoniato al processo per lo stupro di una ragazza di 12 anni rimasta incinta dopo la violenza. 

Leggi anche > Fuma uno spinello e si addormenta nel letto con il figlio di 4 mesi, bimbo muore schiacciato nel sonno

La donna ha aiutato la sua alunna a sporgere denuncia, le è stata vicina e l'ha sempre sostenuta contro il fratellastro di 21anni autore dello stupro. I fatti si sono svolti nel 2018, ma solo oggi si sta tenendo il processo contro Juan Ramón Cano, reo confesso dell'omicidio della professoressa che però ancora non ha spiegato chi fosse il suo mandante. L'uomo ha spiegato di aver ricevuto del denaro per uccidere la donna, così ha fatto.

Il femminicidio ha profondamente scosso la comunità che si è stretta intorno alla famiglia della donna e ha avviato una campagna sui social perché venga fatta giustizia. Molti chiedono che la sua morte possa portare a delle leggi più severe per la tutela dei minori e dei più deboli. 

Ultimo aggiornamento: 18:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA