Natura e paesaggi, le meraviglie del Salento nel libro in edicola con Quotidiano

Sabato 1 Agosto 2020
Sfogliando ci si può perdere, increduli ad ammirar immagini di luoghi di una bellezza infinita: dall’Adriatico allo Ionio, tra isole, bacini, canali, laghi, faraglioni, falesie, grotte, vore, rifugi, fari, torri, fondali, tra meraviglie di flora e fauna. Le pagine sono quelle di “Salento. Natura & Paesaggi. Le coste, il mare, il carsismo, le macchie, i boschi e il paesaggio rurale” in edicola con Nuovo Quotidiano di Puglia. Si tratta di una guida rara e preziosa, ricca soprattutto di immagini mozzafiato, che ci prende per mano per un viaggio tra realtà assolutamente sconosciute, ai più, che si sommano alle molte note, e mai trascurabili, che promuovono il 
Salento ai primi posti della policroma solarità del Mediterraneo. A consentirci di portare in borsa l’intero panorama naturalistico del territorio della provincia di Lecce, racchiuso come mai accaduto in un’unica opera, è ancora una volta il professor Genuario Belmonte, docente di Zoologia del Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali dell’Università del Salento, nonché responsabile del Sistema Museale e dell’imbarcazione scientifica dell’Ateneo salentino. Da quest’anno è anche docente di Valorizzazione delle risorse naturalistiche a fini turistici nella Facoltà di Economia, sempre dell’Università del Salento. Belmonte firma questo libro per Edizioni Del Grifo non con lo scopo di condurre il pubblico nei segreti delle scienze naturali, ma semplicemente per catturarne l’attenzione. Il risultato è immediato: stupore, incredulità e voglia di lasciare tutto e correre alla scoperta dei posti immortalati. Il libro rappresenta quasi una naturale evoluzione di un percorso editoriale iniziato diversi decenni fa dal professor Belmonte. Ora, a beneficio di salentini e turisti, il compendio diventa tascabile ed economico (in edicola con Nuovo Quotidiano di Puglia, a 9 euro più il prezzo del giornale). «Il tentativo che personalmente sperimentai negli anni 1991-93 con il primo volume dedicato alla 
natura di Terra d’Otranto - dice l’autore - è rimasto ancora unico nel suo tipo, ma quell’esperienza di quasi trent’anni fa è, comunque, la radice di questo nuovo tentativo di mettere assieme tutte le diverse anime del naturalismo salentino in uno sforzo sinergico che abbia come obbiettivo la celebrazione dell’ambiente naturale nel suo complesso più pieno». Le circa 350 immagini che compongono il volume sono state scelte da un campionario di circa 5000 fotografie firmate da oltre 30 fotografi. Un libro per togliersi di dosso le negatività da pandemia e scegliere cosa fare e cosa vedere. Per riprendersi un po’ di bellezza, magari dimenticata. Ultimo aggiornamento: 9 Agosto, 10:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA