Ruba a casa di un poliziotto e scappa. Ma era stato ripreso con il cellulare: rintracciato e arrestato

Mercoledì 12 Febbraio 2020
Impossessatosi di argenteria e oro, ha tentato la fuga dal terrazzo. Ma non sapeva di essere in casa di un poliziotto in servizio a Bari che è riuscito in un primo momento a bloccarlo ed a farsi restituire il maltolto. A causa del forte spavento, la moglie dell’agente di Polizia è stata colta da malore ed il ladro ha approfittato del trambusto per dileguarsi.

Il poliziotto, in servizio presso il Gabinetto regionale della Polizia Scientifica, sebbene incalzato dalla concitazione del momento, è riuscito a videoriprendere il malfattore con il cellulare e dopo aver prestato soccorso alla moglie, ha informato la centrale operativa della Questura di Lecce dell’accaduto e, contestualmente, ha inviato le immagini della videoripresa per permettere ai colleghi di identificare l'uomo.

I colleghi della Sezione Volanti della Questura di Lecce, una volta visionati i filmati hanno riconosciuto il colpevole, già denunciato a settembre scorso per tentato furto sempre in casa di una poliziotta. Anche in quell’occasione è stato colto di sorpresa dal rientro inaspettato della poliziotta: un ispettore attualmente in servizio a Campobasso.

L’uomo, Giampiero Martino, 45enne originario di Manduria, provincia di Taranto, ma residente a Lecce, già pregiudicato per reati contro il patrimonio e spaccio di sostanza stupefacente era momentaneamente affidato in prova ai servizi sociali. Considerati tutti gli elementi a disposizione, sentito il Magistrato di sorveglianza che ha disposto la sospensione della misura alternativa dell’affidamento in prova e l’immediata carcerazione, nella tarda mattinata del 10 febbraio, è stato prelevato dalla sua residenza ed accompagnato presso la Casa Circondariale di Borgo San Nicola. Ultimo aggiornamento: 17:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA