Covid, mascherine e green pass: ecco dove serviranno ancora

Covid, mascherine e green pass: ecco dove serviranno ancora
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 30 Marzo 2022, 13:55 - Ultimo aggiornamento: 5 Aprile, 14:56

Mancano meno di due giorni al termine dello stato di emergenza. Il 1° aprile si cambia, man mano verranno allentate tutte le prescrizioni covid. E si potrà tornare lentamente alla normalità. Ma mascherine e green pass serviranno ancora. 

Cosa accadrà

Il primo aprile sarà primo giorno senza lo stato d'emergenza anti-Covid ma, soprattutto a causa dell'aumento dei casi di contagio, non sarà possibile liberarsi di tutte le precauzioni. Le "protezioni resporatorie individuali" andranno tenute al chiuso ad eccezioni delle case private. Bisognerà continuare a portare la mascherina al chiuso anche a messa, ad esempio, dove pure il distanziamento non sarà più obbligatorio

Covid, fine dello stato di emergenza. Ecco cosa cambia dal 1° aprile

Fino al 30 aprile sarà ancora obbligatorio indossare le Ffp2 per poter usufruire degli aerei, dei traghetti interregionali; dei treni interregionali, Intercity Alta Velocità; degli autobus interregionali e a noleggio con conducente; delle metropolitane e degli autobus pubblici; degli scuolabus; delle funivie.

Le mascherine sono obbligatorie sempre fino al 30 aprile in sale da ballo, discoteche e locali assimilati al chiuso, "ad eccezione del momento del ballo". Nei luoghi di lavoro, invece, la mascherina rimarrà obbligatoria anche dopo il 1° maggio, ma sarà sufficiente indossare quella chirurgica e non più la Ffp2.

Bari, turismo in ascesa: arrivi non solo in estate e tanti stranieri in città

Resta l'obbligo di mascherina anche nella scuola, a partire dai prof, ma quelli delle materne potranno tenerla per i primi 10 giorni del mese.

Green pass

Termina l'obbligo di Super Green pass sui luoghi di lavoro per gli over 50 (la sospensione di coloro che ne saranno sprovvisti non avverrà più, ma resta la multa in caso di mancato rispetto dell'obbligo vaccinale): a chi ha superato questa soglia d'età sui luoghi di lavoro sarà richiesto solo il pass base.

Non servirà il certificato verde sui bus ed in generale sui mezzi di trasporto pubblico locale e non servirà neppure per entrare negli uffici pubblici, nei negozi, nelle banche, alle poste o dal tabaccaio. Anche nei ristoranti all'aperto non sarà più prevista l'esibizione di alcun certificato. Per la ristorazione al chiuso «al banco o al tavolo» invece servirà il green pass base.

Dal 1° maggio invece terminerà l'obbligo del Green pass quasi ovunque. Fino al 30 aprile per alcune attività come mense, concorsi pubblici e colloqui in carcere, oltre ai trasporti a lunga percorrenza, sarà infatti ancora obbligatorio in versione base. Quello rafforzato resterà in vigore fino al 30 aprile per centri benessere, sale gioco, discoteche, congressi ed eventi sportivi al chiuso. Sempre dal primo maggio via l'obbligo delle mascherine in tutti i luoghi al chiuso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA