Colpo da 11.000 euro, rapinatore tradito dalle impronte digitali

Giovedì 21 Gennaio 2021

Lo hanno arrestato grazie alle impronte digitali. Proprio quel dettaglio ha spianato la strada all'arresto di un giovane di 25 anni, ritenuto coinvolto nella rapina messa a segno a Palagiano, in provincia di Taranto, il 30 novembre del 2019. Quel giorno tre malviventi con il volto coperto da passamontagna, uno dei quali armato di pistola, fecero irruzione in una tabaccheria. I rapinatori, sotto la minaccia di quell'arma, si fecero consegnare soldi e merce per un valore di undicimila euro, e poi fuggirono.

Durante il sopralluogo successivo all'assalto, i militari del nucleo operativo della compagnia di Massafra, rilevarono alcune impronte. Grazie alla comparazione effettuata dagli esperti, quindi, i militari sono risaliti ad uno dei componenti della gang. Si tratta di un 25enne di Noicattaro, in provincia di Bari. Per il giovane è scattata l'ordinanza di custodia cautelare in carcere che è stata eseguita dai carabinieri di Massafra. L'indagato, che è accusato di concorso in rapina aggravata, è stato condotto nel carcere di Bari in attesa dell'interrogatorio di garanzia.

 

 

Ultimo aggiornamento: 12:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA