Aggredirono e colpirono a colpi di pistola due ragazzi nella kebabberia: cinque arresti

Aggredirono e colpirono a colpi di pistola due ragazzi nella kebabberia: cinque arresti
Arrestati dalla polizia i cinque presunti autori di un raid punitivo nel corso del quale aggredirono a Talsano  selvaggiamente due dipendenti di una kebabberia, ferendo uno dei due anche con tre colpi di pistola. L'operazione è stata definita questa mattina, a  seguito di indagini dirette dal Sostituto Enrico Bruschi della Procura della Repubblica di Taranto. Gli agenti della squadra mobile hanno dato esecuzione ad un’ordinanza per cinque misure cautelari personali (di cui 4 in carcere ed 1 agli arresti domiciliari) emessa dal gip presso il Tribunale di Taranto, Giuseppe Tommasino, nei confronti di soggetti pregiudicati, residenti  nei rioni di Tramontone e Paolo VI. Si tratta di Cataldo Volpe di 40 anni, già detenuto per altra causa; Antonio De Giorgio di 40 anni; Nicola Pamisano di 34 anni; Ivan Guglielmi di 41 anni, Giacomo Di Palma di 41 anni, agli arresti domiciliari.
Tutti sono ritenuti a vario titolo gravemente indiziati dei reati di lesioni personali, porto in luogo pubblico di arma da sparo e danneggiamento (con le aggravanti di aver commesso il fatto con armi, per futili motivi ed in più persone riunite). Questi i fatti: alle prime ore dell’alba del 16 dicembre 2018, presso la centrale operativa della Questura di Taranto (“113”) fu richiesto l’intervento per una sparatoria consumatasi qualche istante prima all’interno di un esercizio commerciale denominato "Kebabberia Group", in viale Europa di Talsano. Giunto sul posto, il personale operante accertò che cinque/sei individui, dopo aver sfondato la porta di ingresso del suddetto esercizio commerciale, e danneggiato altresì arredi e suppellettili vari, aggredirono selvaggiamente due dipendenti che vi si trovavano all’interno, ferendone uno con alcuni colpi d’arma da fuoco. In sede di primo sopralluogo furono rinvenuti tre bossoli ed un proiettile inesploso calibro 6,35, nonché delle ciabatte in plastica di colore bianco e nero ed un copricapo.

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Venerdì 8 Febbraio 2019 - Ultimo aggiornamento: 12:19